Voglio trovare l’autentica me stessa

    madre anafettiva, madre svilente, ragazza triste

    Salve, sono una ragazza di 28 anni che ha sofferto di bassa autostima, timidezza,ansia sociale, chiusura con le persone, però senza una mia personalità.
    Soltanto l’anno scorso ho capito che devo cambiare e posso farcela, ma il mio più grande impedimento e fonte del mio malessere è una madre anaffettiva, vittimista e bipolare con tendenze di comandare, controllare ogni aspetto della mia vita, criticare e fare paragoni con altri per sminuirmi come persona.

    Ho vissuto, questo rapporto conflittuale con gravi ripercussioni sulla mia psiche per ben 12 anni, ma ora, voglio distaccarmi da lei, è necessario, SO COME VOGLIO ESSERE. VOGLIO TROVARE LA ME STESSA AUTENTICA!

    Un mio obiettivo sarebbe di cambiare città, andare dove posso trovare maggiori opportunità lavorative ed iniziare a vivere, ma questo mi fa paura, per via della mia condizione di fragilità
    Sto pensando di iniziare per qualche mese un percorso di psicoterapia, lavorare sui miei punti deboli, affrontare le mie paure e poi spiccare il volo. Potrei cambiare città anche adesso, sono abbastanza grande ma non vorrei avere qualche ricaduta.
    Secondo voi, faccio bene a iniziare prima con un cambiamento interiore?
    P.S. Scusate certi errori ortografici, non sono italiana e poi, ho vissuto solo in una piccola città, non ho mai fatto nessun cambiamento in tutto questo tempo

    Rispondi
Rispondi a: Voglio trovare l’autentica me stessa
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi