Lui ha un carattere difficile…

    Salve ,scrivo per un consiglio… con mio compagno stiamo insieme da nemmeno un anno, convivían da due mesi e in più presto arriverà anche un bambino. Lui ha un carattere molto difficile, apparentemente freddo e orgoglioso…quando provo ad affrontare un discorso riguardante noi diventa molto nervoso e a volte mi risponde che se non mi va bene posso tornare da dove sono venuta, spesso davanti a batti becchi che capitano in una coppia mi dice che sta zitto e sopporta troppe cose di me e che si sta stufando. In realtà non vedo che motivi potrebbe avere visto che non gli rompo mai le scatole per le cose che fa, mando giù molte cose senza rispondere alle sue provocazioni…non gli do motivi per incazzarsi ecc… in più fin dall’inizio è sempre stato un po’ freddo con me… non mi bacia ne abbraccia mai… dormendo insieme ogni dorme sulla propria parte del letto spesso anche senza toccarci… e per finire vedo che lui messaggia con altre ragazze (anche se so per certo che non si vede con nessuna) a cui scrive di essere single e racconta un sacco di storielle per attirare la loro attenzione… a me non fa mai i complimenti né mi dice mai di amarmi oltre al fatto che non me lo dimostra nemmeno a fatti, ma ha lo stesso atteggiamento anche con sua sorella o i suoi genitori… é orgoglioso e non vuole dare a vedere che tiene a una persona però non si rende conto che spesso facendo così ferisce… io stessa essendo molto insicura di me ho paura di prendere l’iniziativa ed affrontare certi argomenti (come appunto chiedergli il perché si sente con altre ragazze visto che conviviamo e io sono in attesa di Suo figlio) e ho paura di abbracciarlo o baciarlo io ad esempio per paura di essere respinta… perciò chiedo,come potrei prendere coraggio ad affrontarlo? A indurlo a modificare alcuni atteggiamenti? Ho provato un giorno a dirgli che se continuasse così faccio le valigie e me ne vado ma con scarsi risultati… come se fosse quasi indifferente... ma in altre situazioni in cui ad esempio mia madre chiede se potrei fermarmi da lei per qualche giorno, lui difficilmente mi vuole lasciar andare facendo capire solo in quel caso in modo molto particolare che non vuole che mi allontano…ed io in tutto questo non so come prenderlo… ha un carattere davvero strano e da da bambino ne ha passate davvero di cotte di crude…

    Chiedo aiuto e consigli a riguardo… ho paura di affrontarlo per non finire ogni volta nei litigi… aiutoooo!

    Rispondi
    Avatar photo

    Cara Marta da quello che scrive è una situazione molto delicata sia per quanto riguarda la vostra coppia, ma anche per quanto riguarda sè stessa nei confronti di quest’uomo.

    A volte ho notato una sorta di giustificazione rispetto ad alcuni comportamenti che mi permetta non ci si aspetterebbe da un compagno e da un futuro padre, è vero che anche per un uomo il momento dell’attesa e della nascita è una fase delicata e particolare e che richiede un cambio di visione rispetto la vita e rispetto la nuova famiglia che si sta creando.

    Ma colei che ha accanto è vero che sarà madre, ma è altrettanto vero che lei è una donna ed è la sua compagna e ci sono atteggiamenti che, se non presi con consapevolezza, possono nel tempo trasformarsi in qualcosa di diverso.

    Mi colpisce che sottolinei queste modalità come il fatto che lui ne ha passate tante, o che quasi si sente in difficoltà nel dovere affrontare la tematica del cercare altre ragazze dicendo loro di essere single; come se fosse poi autorizzato a farlo, ma non credo che questo sia un atteggiamento costrututtivo per nessuno dei due e la giustificazione non porta ad un rasserenamento della situazione.

    Il suo compagno laddove abbia avuto delle problenmatiche ha tutti gli strumenti per poter prendere in mano la sua vita e lavorarci, lei può sostenerlo ma non può sostituirsi ad eventuali altre figure e questo comunque non giustifica a lungo andare un comportamento non affettivo nei suoi confronti, ed il fatto di volerla “riprendere” laddove lei non ci sia, o minacci di andarsene, è talvolta un atteggiamento tipico di queste persone.

    La cosa che posso dirle è di affrontare in maniera calma, ma con determinazione quello che nota in lui dicendogli che non la fa stare bene e che è dispiaciuta di questi atteggiamenti, lei non deve aver il timore che ha espresso, poichè se questo sta accadendo significa che qualcosa nella relazione non sta andando verso una buona costruzione, un partner non deve aver paura dell’altro o timore di farlo arrabbiare!!!

    E se da sola trova difficoltà ad affrontare la situazione o la comunicazione con lui, forse le può essere utile pensare di chiedere un consulto ad un professionista o individuale oppure laddove il suo compagno è d’accordo anche di coppia in maniera da poter affrontare queste modalità di relazione che, in vista dell’arrivo di vostro figlio, vanno un pò monitorate e semmai contenute e supportate.

    Mi tenga aggiornata,
    Un caro saluto

    Dott.ssa Emanuela Venanzoni

    Rispondi
Rispondi a: Lui ha un carattere difficile…
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi