• Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 7 anni fa da Xeremus.

Rabbia contro il Futuro

    Buonasera, ho ritenuto opportuno scrivere su questo forum perché ho dedotto da alcuni post che posso aspettarmi risposte professionali e ben pesate.
    Saro’ breve, vivo una relazione da quattro anni con una donna che mi ha lasciato due volte nel primo anno ( presa da ripensamenti collegati all’ex) ed una volta dopo tre anni per una semplice incomprensione dettata da un viaggio e da buoni propositi.
    Dopo avermi lasciato per la terza volta, ho deciso di tornare con lei perché reputavo la cosa solo come una forte discussione ed un esperienza negativa. Dopo otto mesi mi sono accorto di non aver mai perdonato e metabolizzato quel dolore che mi aveva fatto provare, ed ho deciso di allontanarmi da lei per 8 mesi..Mesi in cui mi chiedevo se avessi fatto la scelta giusta e se quella storia non fosse da recuperare.
    Dopo mesi di auto training sul perdono, metabolizzati i gesti, le parole e le cause lei si è rifatta viva dicendomi che il giorno dopo sarebbe partita definitivamente per l’estero. Due ore dopo eravamo insieme ed ho deciso di tornare con lei perché il sentimento era forte e mi mancava tantissimo.
    Ora, stiamo insieme, ma le cose non vanno bene. Litighiamo per qualsiasi cosa, ogni giorno, su qualsiasi argomento quasi.
    Io sono molto cambiato e dentro di me provo ancora inerzia di rabbia dettata piu’ da quanto tempo abbiamo perso e da quanto poco lo meritavo, che dai gesti in se’.
    Ho perso romanticismo, voglia di condividere anche una cena con la sua famiglia, programmazione a lungo termine nel futuro, entusiasmo che si alterna a depressione profonda, senso di solitudine, voglia di ritagliarmi molti più spazi per me stesso, poco propositivo, non abbiamo amici ed implodiamo facilmente analizzandoci anche senza senso a volte.
    Vorrei solo capire , se è possibile, se ho vie di scampo da questo parallelismo sensoriale di amore e depressione , astio e sogni.
    Ho una pazienza praticamente inesistente quando pochi anni fa’ ero un principe azzurro che credeva che quel rapporto fosse magia ed in cui metteva corpo e mente.
    E’ giusto continuare una relazione con questi demoni mentali?
    Non so più cosa pensare, capita anche che il giorno prima propongo un’attività con entusiasmo e vigore ed il giorno dopo mi va’ solo di stare a casa da solo a leggere un libro….incostanza emotiva pura…

    GRAZIE, anticipatamente per ogni input di pensiero che mi darete.

    Rispondi
Rispondi a: Rabbia contro il Futuro
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi