Paura di ammalarmi

    Buongiorno, vi scrivo perché da qualche tempo sono andata un po’ in paranoia, e nonostante io mi sforzi di seguire dei ragionamenti razionali e di vivere più alla leggera, non ci riesco. Mio padre è morto di tumore al colon, mia madre è stata colpita invece qualche anno fa da tumore al seno, fortunatamente preso in tempo. Tutto questo durante l’adolescenza e sempre durante l’adolescenza anche mia nonna si ammalo’ di cancro. Da quando il mio medico circa un annetto fa mi ha consigliato di sottopormi regolarmente a colonscopia per possibile ereditarietà del tumore al colon, non riesco a vivere più serenamente. Se per gli altri tipi di prevenzione sono attenta, per questo proprio non ci riesco. Quasi ogni giorno corro col pensiero al tumore e ho una sorta di rifiuto verso questo esame da quando ho scoperto che i farmaci per la preparazione all’indagine sono composti da sostanze discusse per cancerogenita’.

    Sono combattuta ogni giorno, ho paura di ammalarmi non solo di questo tipo di tumore, ma anche di altri e di non poter far nulla. Dall’altro lato ho paura che l’assunzione di certi tipi di sostanze possa favorirne la comparsa in persone predisposte. Sono sposata con un ragazzo che mi ama e che amo moltissimo e il pensiero che possa perdermi mi terrorizza. Vorremmo progettare una gravidanza e non so se rimandare la colonscopia con tutte le ansie che mi provoca a dopo un ipotetico parto oppure no.

    Vorrei ritrovare un modo per tornare ad essere più spensierata, senza la parola morte e tumore intorno, parole che purtroppo sono state una costante nella mia vita di adolescente.
    Grazie mille in anticipo per i consigli che vorrete darmi.

    Rispondi
    Avatar photo

    Gentile Mariel
    Mi scuso per il ritardo con cui arriva la mia risposta, da un lato spero che questi problemi non le appartengano più, dall’altro da ciò che ci dice mi sembra difficile…
    Rimandare un’analisi non da la sicurezza di essere sani… Anzi toglie solamente ogni possibilitá di prendersi cura di noi stessi nel caso fossimo malati… Mi spiace doverla contraddire ma sará davvero impossibile che lei viva in un mondo in cui non vengano nominate le parole morte e tumori…
    la sua paura cosî reale può diventare gestibile con l’appoggio di uno specialista a cui lei potrebbe affidarsi per decidere se vuole restare con la paura della morte o continuare a vivere…
    Ci faccia sapere come procede la sua vita e se ha iniziato a prendersi cura di se stessa…
    Dott.ssa Federica Serafini

    Rispondi
Rispondi a: Paura di ammalarmi
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi