Mio marito non accetta la mia gravidanza

    Sono sposata da quasi otto anni, solo due anni fa io e mio marito ci siamo decisi a tentare di avere un bambino. Io mi sentivo ancora incerta, ma quando lui ha compiuto 40 anni ha cominciato a dire che poi sarebbe stato troppo vecchio e che desiderava tentare subito.

    Dopo circa un anno e mezzo sono finalmente rimasta incinta. Io ne sono molto felice, mentre lui inaspettatamente non mi sembra d’un tratto così felice. A parole sì, non può nemmeno negare di averlo voluto, ma nella realtà l’argomento è quasi tabù. Sono ormai entrata nel sesto mese e conversazioni come il nome della bambina o la sistemazione della cameretta sono off limits, lui tergiversa. Quando gli altri mi chiedono delle evoluzioni della gravidanza lui si estranea o cerca di cambiare argomento; e soprattutto continua a parlare di dove iscriversi in palestra quando invece io avrò bisogno di una mano a casa.

    Di questo suo distacco nei confronti della gravidanza si sono accorti anche gli altri.

    Tutti gli esami e le visite li ho affrontati da sola tranne l’ecografia morfologica, e solo perché sua madre è intervenuta e l’ha ripreso, ma è stato rigido dall’inizio alla fine e soprattutto non ha mascherato il suo disappunto circa il sesso del bambino. Insomma, ho davvero paura a questo punto che lui abbia avuto un rifiuto tardivo della gravidanza, del ruolo di genitore, e soprattutto non so come affronteremo tutti i cambiamenti che questa creatura porterà, non so come comportarmi con lui.

    Vi ringrazio per un consiglio.

    Rispondi
Rispondi a: Mio marito non accetta la mia gravidanza
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi