Metto in dubbio quello che faccio e dico

    Buonasera,
    che disturbo o nome dareste al fatto che, più o meno spesso, mettere in dubbio le proprie conoscenze in ambito professionale (sapendo che conosco perfettamente la risposta a una domanda) e quando tento di ignorare questi “dubbi”, sentirmi una sensazione come di ansia o di fastidio interiore?
    Aggiungo pure che, quando parlo, mi viene il dubbio se ho ripetuto una parola 2 o 3 volte o magari la dico nella testa e mi domando:”l’ho detta davvero?” e mi rispondo:”si” ma allo stesso tempo dubito di averlo fatto o più generalmente ho paura di dire la cosa sbagliata se dico:”si”?
    Potreste aiutarmi a capire meglio (chi se ne intende di questo?) Non credo sia disturbo ossessivo compulsivo.
    Grazie mille in anticipo

    Rispondi
    Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

    Buongiorno

    in effetti quello che descrive, se ho ben inteso, parrebbe una tendenza a sviluppare dubbi e rituali mentali centrati su aspetti prestazionali professionali e di autostima. Non è possibile fare deduzioni ulteriori ma certamente il quadro sintomatologico è suggestivo per la presenza, tutta da provare, di stati d’ansia.

    Se tali aspetti dovessero persistere oltre sei mesi, le consiglio di rivolgersi ad uno specialista che possa dirimere il quesito diagnostico e avviarla ad una eventuale cura.

    Cordiali saluti
    Federico Baranzini

    Rispondi
Rispondi a: Metto in dubbio quello che faccio e dico
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi