• Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 7 anni, 4 mesi fa da Sara.

Il m io ragazzo ha manie sui complotti

    Buongiorno,

    il problema che vorrei sottoporvi riguarda il mio ragazzo col quale convivo da un anno circa.
    Viviamo in Francia, lui è francese e io mi son trasferita qui due anni fa per lavoro, l’ho conosciuto pochi mesi dopo essere arrivata.
    E’ sempre stato una persona molto terra-terra, concreto, senza “fisime mentali”. Mi ha sempre aiutata a affrontare le cose che mi preoccupavano (la ricerca di un nuovo lavoro, i conflitti coi colleghi, l’organizzazione di un trasloco ecc.), proprio grazie al suo senso pratico e alla sua determinazione. Allo stesso tempo è (era) pacato e abbiamo sempre potuto parlare di qualsiasi argomento, con rarissimi litigi.
    A livello economico non abbiamo problemi: io ho un normale lavoro d’ufficio che corrisponde ai miei studi; lui ha una piccola impresa che funziona e ha degli ulteriori redditi da alcune proprietà che affitta.

    Da due mesi è cambiato profondamente: dopo gli attentati di Nizza ha cominciato a guardare alcuni video su youtube che offrivano spiegazioni alternative al terrorismo (sintetizzo: sono tutti complotti orditi dagli ebrei). Da li in poi è stata un’escalation. Ha continuato con i video su questo tema, all’inizio sollevando dei dubbi, poi iniziando a crederci, poi passando a raccontare a tutti (soprattutto a me ma anche a chiunque incontri, dipende dal livello di confidenza) quello che ascoltava e le sue nuove convinzioni.

    Le tematiche non si limitano purtroppo a questi ultimi attentati terroristici: si va dall’11 settembre, al funzionamento della borsa, alla legge sul matrimonio per i gay, al significato nascosto di film e altri prodotti culturali, ai simboli massonici che si possono vedere su palazzi e sui loghi delle marche più conosciute, insomma una sfilza di teorie complottiste su ogni aspetto dell’attualità e della realtà. Ripete in continuazione che qualunque cosa uscita dalla tv o dai giornali sono bugie, mentre la verità si trova su youtube o su altri siti ‘alternativi’.

    Non solo parla esclusivamente di queste cose, ma rigira ogni argomento per parlare di complotti/catastrofi/il mondo che sta colando a picco. L’altro giorno si parlava delle città europee che ci piacciono (argomento banale e anche superficiale, che avevo tirato fuori proprio per non cadere nei soliti discorsi sui complotti) e se ne è uscito con un “ad ogni modo cambia poco: i posti diventeranno presto tutti identici, diventeremo tutti superficiali e senza morale, ci stanno distruggendo i nostri valori”.

    Penso seriamente che abbia un problema mentale in quanto questi ragionamenti e discorsi pervadono la nostra vita 24 ore su 24. Quando non parla di queste cose, si chiude nel silenzio e lo vedo pensierosissimo. Ho letto di persone che hanno manie di persecuzione, ma qui lui non si sente perseguitato personalmente, semplicemente crede a dei deliri pescati su internet. Non riconosce di avere un problema e dice che siamo “noi” (io, la sua famiglia) a non volere capire nulla della realtà. Rifiuta di andare da uno psicologo o psichiatra proprio perché dice di non avere un problema.
    Come posso trattarlo? Meglio ignorare i suoi discorsi? Come convincerlo a rivolgersi a uno specialista?

    Grazie!

    Rispondi
Parole Chiave: 
Rispondi a: Il m io ragazzo ha manie sui complotti
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi