• Questo topic ha 1 risposta, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 3 mesi, 3 settimane fa da Dr.ssa Federica Leva.

Sono lesbica o no?

  • Avatar photo

    Apro questo topic al posto di una utente perché, per un errore, la mail originale è finita in una cartella da cui non si può recuperare. E’ stato però possibile effettuare un copia incolla del testo, che riporto integralmente:

    Okay, sono una ragazza di quasi 15 anni (li compio a fine settembre) e vi chiedo solo di non scrivere cose come “è troppo presto per capire la tua sessualità” perché, non per essere scortese, ma non è quello di cui ho bisogno, voglio solo sfogarmi e avere consigli su come comportarmi perché non ce la faccio più a dover aspettare di maturare, penso di poter essere in grado di mettere ordine nella mia testa anche adesso, devo solo capire come, ecco perché mi sto affidando a voi!
    Allora, tutto cominciò circa un annetto fa (all’età di 13/14 anni), non ricordo esattamente il motivo né il momento esatto ma cominciai a pormi delle domande. Probabilmente la ragione era che avevo notato il fatto che quando ero in giro guardavo solo le ragazze o che ogni volta che qualche mia amica mi mostrava la foto di un bel ragazzo o quando ne vedevo uno in giro non sentivo nulla oltre il “si, beh, è carino”. Mia sorella (l’unica persona che lo sapeva e che lo sa tutt’ora) mi aveva detto che il corpo femminile è oggettivamente bello e che l’apprezzarlo non fa di te una lesbica, riguardo al problema che non trovavo i ragazzi attraenti, la ragione era probabilmente che semplicemente ero troppo piccola e forse gli ormoni non si erano ancora “scatenati” (come invece era successo a molte mie compagne di classe), due argomenti molto validi che comunque tengo in considerazione tutt’ora. La cosa finì così, ma solo per poco tempo perché il dubbio tornò quando cominciai a guardare una serie TV di Mtv chiamata Faking it, dove notai la mia attrazione nei confronti della protagonista lesbica (del tipo che se desideravo che fosse reale per avvicinarmi a lei, cosa che non sarebbe accaduta se fosse stata etero), notai lo stesso interesse anche per una ragazza della mia città che aveva fatto da poco coming out, mi sarebbe piaciuto conoscerla, ma non perché mi attirassero i suoi atteggiamenti, ma solo la sua sessualità, forse i dubbi non erano passati, forse ne dovevo parlare con qualcuno.. Ma era più grande di me e io molto timida, quindi esclusi l’idea di cercarla su Facebook (unica via di comunicazione che ci legava dal punto che frequentavamo posti e persone diverse). Allora mi affidai a internet e cominciai a fare ricerche su ricerche tipo “come capire di essere lesbica” e ricordo bene che ero demoralizzata nel vedere che la maggior parte dei miei comportamenti corrispondevano a ciò che era scritto negli articoli che trovavo. Inoltre, essendo una frana nel nascondere tutti questi dubbi e insicurezze, mia cugina cominciò anche a dire apertamente di dubitare sulla mia eterosessualità, cosa che fece peggiorare ancora di più i miei infiniti dubbi. Fortunatamente nel giro di uno o due mesi riuscii a realizzare che anche se fossi stata lesbica il mondo avrebbe continuato a girare, ciò non cambiava che avevo bisogno di una conferma, volevo parlarne con qualcuno, ma volevo parlare di cose chiare, non mi andava di fare un coming out con la possibilità di non essere neanche lesbica. I mesi passavano mentre non trovavo mai su internet delle persone nella mia stessa situazione, tutta la gente della mia età scopriva di essere omosessuale solo dopo una cotta o un bacio per qualcuno dello stesso sesso, nessuno si poneva il problema da sé come invece avevo fatto io. Le mie ricerche continuavano e col tempo imparavo sempre di più sul lesbismo. Cominciai anche ad immaginarmi di avere una fidanzata, di trovarla fuori da scuola alla fine delle lezioni, di poterla baciare in pubblico e, qualche volta, anche di poterci andare a letto insieme. Mi accorsi che mi piaceva e che immaginando invece le stesse cose, però con un ragazzo, avevo una sensazione strana, non mi ci vedevo affatto, non riuscivo a immaginarmici, quello a cui pensavo non era la coppia formata da un ragazzo e me, ma da un ragazzo e un’altra persona. Non so in che altro modo descriverlo, ma proprio non riuscivo a immaginare me che interagivo romanticamente con un ragazzo, ma con una ragazza sì. Se proprio devo essere sincera da poco tempo sto cominciando anche a guardare video porno di lesbiche e ho notato che mi eccitano moltissimo (tanto che poi mi masturbo poi), mentre invece il pene non suscita nulla in me tranne il pensiero che è proprio brutto :’) ma andando in giro in questo sito ho notato che è normale anche per molte etero di eccitarsi con cose del genere o fare fantasie con donne, riguardo al mio non-coinvolgimento nel vedere un pene forse è semplicemente perché non sono ancora matura mentalmente per eccitarmici, ma allora perché lo sono per i rapporti tra ragazze?  Io non ci capisco nulla. Voglio solo capire qual è la mia sessualità, ma come faccio? Molti mi diranno di provare a stare con una ragazza ma non c’è nessuna che mi piace, e non ho rapporti con nessuna lesbica per poterci provare, conosco solo etero convinte a cui il solo pensiero di baciare una ragazza disgusta, così dicono. Forse tutto sarebbe più facile se facessi coming out e forse qualcuna potrebbe anche avvicinarsi a me o qualche amico con amiche lesbiche potrebbe presentarmele, ma se non sono neanche sicura di essere effettivamente lesbica non posso fare coming out!. Non so che fare, il lato positivo è che comunque in questo anno la mia mente si è aperta sempre di più, quindi sono pronta ad accettare qualunque sia il mio orientamento sessuale, mi andrebbe bene essere lesbica come mi andrebbe bene essere asessuale, pansessuale o qualunque altra cosa. Il problema però è sempre quello, come faccio a capire la mia sessualità? Voi che fareste al posto mio? Vi prego di rispondere e di essere sinceri (ma sempre in modo educato), non prendetemi in giro per favore, per me è una cosa importante, voglio solo capire cosa fare. Se qualcosa non è chiaro ditemelo, e vi spiegherò tutto. Grazie comunque per aver letto tutto quanto, siete stati molto gentili!

    Rispondi
    Avatar photo

    Cara amica, ci sarebbero molte cose da dire, ma la prima è senz’altro questa: non sentirti in dovere di fare alcun coming out, soprattutto se non sei convinta d’aver raggiunto un orientamento sessuale ben preciso. Ora va molto di moda far dichiarazioni sulle proprie preferenze di genere, ma non c’è alcun motivo per cui tu debba farlo. Qualunque sia la tua inclinazione, al mondo non deve interessare. Il mondo la conoscerà solo quando la vorrai esprimere, scegliendo di vivere una storia con un uomo o con una donna. Quando capirai la tua sessualità? È semplice, quando ti innamorerai spontaneamente. Non quando prenderai una semplice cotta o proverai la prima emozione della tua vita sfiorando le labbra di qualcuno. La prima cotta potrebbe essere fuorviante. Saprai di essere lesbica o bisex quando incontrerai qualcuno che ti farà star bene, vorrai rivederlo/a, sentirlo/a ridere, sapere che esiste ed è felice. Potrà essere dapprima un ragazzo e la seconda volta una ragazza, o viceversa, oppure ti accorgerai di preferire sin dall’inizio un sesso rispetto a un altro. Non cercare di cucirti addosso un’etichetta e lasciati tutto il tempo necessario per conoscerti fino in fondo e per capire chi vuoi avere accanto, nella vita. Anche per questo ti consiglio di non esporti subito con un coming out immaturo. Non deve essere tua cugina a stabilire il tuo orientamento sessuale; devi essere tu a capirlo e ad accettarlo. Senza dubbi e imbarazzi.

    “Molti mi diranno di provare a stare con una ragazza ma non c’è nessuna che mi piace”

    Sarebbe un consiglio sciocco. Perdona la schiettezza, ma non si “sta” con qualcuno per testare i propri gusti. Sarebbe irrispettoso nei confronti di se stessi e si rischierebbe di giocare con i sentimenti di un’altra persona. Nessuno dovrebbe essere usato come cavia per i nostri dubbi, in nessuna circostanza. Se un giorno ti innamorerai di una ragazza, la sceglierai come tua compagna e, se lei vorrà, vivrete insieme una storia d’amore. Non è preferibile a una relazione forzata, dove trascorreresti il tuo tempo ad analizzare i tuoi gesti e i tuoi sentimenti? Quando si ama, si ama, non c’è nulla da studiare. La risposta giunge da sola, forte e inequivocabile.

    “Andando in giro in questo sito ho notato che è normale anche per molte etero di eccitarsi con cose del genere o fare fantasie con donne”

    È vero. Moltissime donne si eccitano guardando altre due donne amoreggiare, perché si immedesimano in entrambe e provano emozioni molti forti, nell’immaginare di vivere alcune scene piccanti, ma tenere – spesso, invece, nelle scene etero la donna viene sbattuta qua e là, e alla fine prova piacere solo l’uomo.

    “Riguardo al mio non-coinvolgimento nel vedere un pene forse è semplicemente perché non sono ancora matura mentalmente per eccitarmici, ma allora perché lo sono per i rapporti tra ragazze? “

    Forse sei semplicemente spaventata e confusa. Hai deciso che devi stabilire che cosa sei, e non riesci a rilassarti e a vivere le tue relazioni in modo spontaneo.

    “sono pronta ad accettare qualunque sia il mio orientamento sessuale, mi andrebbe bene essere lesbica come mi andrebbe bene essere asessuale, pansessuale o qualunque altra cosa.”

    Questo è quello che conta. Accettarsi senza colpevolizzarsi, né scegliere uno schieramento in cui stare – nemmeno fossimo in guerra! Ricorda che non è la preferenza sessuale a rendere una persona degna d’essere frequentata. I valori umani sono ben altri, e se una persona è piacevole, onesta e dignitosa, che importanza ha se è insieme a un uomo o a una donna?
    Ora rilassati e lascia che siano le reazioni istintive del tuo corpo e del tuo cuore a rivelarti chi sei. E anche allora, permetti alle tue emozioni di venire a te e di esprimersi senza vincoli. Accetta anche qualche eventuale e transitorio spostamento di interesse. Anche questo ti servirà a conoscerti meglio e a rafforzare le tue “scelte future”.
    A presto, e buona serata
    Dr.ssa Federica Leva

    Rispondi
Parole Chiave: 
Rispondi a: Sono lesbica o no?
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi