Io, lui e la ex moglie sempre in mezzo

    ex moglie, separati, bambino, gelosia

    Salve, sono una ragazza di 26 anni e da circa un anno ho conosciuto un uomo più grande, separato e con un bambino.La separazione è avvenuta per un tradimento da parte di lei e quindi lui, a suo dire, non ha voluto sentir ragione e ha chiesto la separazione.

    A me mi infastidisce il rapporto che esiste ancora tra lui e la sua ex. Ho fatto un po’ di autocritica e credo che sicuramente il problema sia la mia insicurezza di base, ma di fatto ci sono dei comportamenti suoi che non trovo del tutto chiari per quanto abbia cercato di giustificarli. L’ex ha l’affidamento del bambino e lui lo vede ogni week end, il problema nello specifico è che lei continua a contattare, scrivere, chiamare lui abbastanza spesso per questioni che riguardano il bambino, ma prettamente compiti che magari lei non riesce ad assolvere x il figlio ( carte da prendere a scuola, accompagnare il figlio da qualche parte, ecc) e quindi chiama lui che nel frattempo corre a risolverle un problema. Non si tratta di urgenze, nello specifico, vere e proprie, ma

    a me sembrano pretesti per continuare ad avere comunque un legame con la persona che l’ha lasciata. Il bambino in questione funge molto spesso da tramite di informazioni tra i due ex coniugi, ma comunque spesse volte è lei a chiamare sempre lui e mai viceversa. E mi chiedo..perché?

    Come mai non accade mai il contrario? Lui riesce a risolvere i problemi del bambino senza contattare la madre ma lei no. E’ circa un anno che esprimo il mio fastidio al mio compagno, il quale non fa altro che ripetermi che se tiene ancora questo rapporto attivo è solo per il bambino e per le urgenze ( ma ripeto i motivi delle chiamate non sono urgenze reali). Più volte sono stata etichettata dal mio compagno come incapace di capire la sua situazione, e forse è vero, mi sono spesso sentita in colpa per aver espresso a volte anche con reazioni esplosive, il mio disappunto.

    E’ circa un anno che non cambia nulla, io mi sono dovuta per forza di cose adeguare alla situazione (feste di compleanno dove c’erano entrambi, chiamate da parte di lei che diceva di non sentirsi bene e quindi doveva tenere il bambino che ha 13 anni e un telefono cellulare con il quale comunica benissimo con il padre) ma ne soffro terribilmente.

    Mi sento sempre di vivere nell’ombra di qualcun altro, come se stessi vivendo un rapporto a tre, dove da un momento all’altro lei chiama perché magari ha un problema e lui corre a risolverlo.

    Spesso mi obbligo a non pensarla così ma nel frattempo ne soffro. Io ammetterei che i due si sentissero x urgenze reali e problematiche serie riguardanti il bambino ma non mi sembra che sia cosi, mi sembra solo che lei voglia scaricar su di lui le responsabilità del figlio che lei non riesce a prendersi. E tutto ciò mi sembra un modo subdolo per tenerlo legato a sé. Inoltre il mio compagno continua a ricevere chiamate da parte della famiglia della sua ex, alle quali risponde sempre x educazione. Non so, a volte dubito anche di lui, mi sembra che voglia stare con due piedi in una scarpa, un piede nel passato e uno nel presente e non voglia staccarsene lui stesso. Spesse volte mi ha aggredito perché non capisco la situazione, abbiamo litigato e non mi ha mai cercato lui ma sempre io, sono stata sempre io a chiedergli scusa x un mio modo sbagliato di gestire la rabbia, e mi sono sentita molto male x averlo aggredito con le mie reazioni ma di fatto anche lui ha alzato i muri con me senza darmi nessuna risposta certa. Dice che ama me e non tornerebbe mai dalla ex, ma allora perché una cosa che mi da cosi fastidio non prova almeno a modificarla un po x fare stare me un po più serena? Io non riesco a sentirmi serena sempre .

    Rispondi

    Sembra che abbia scritto io…È veramente una cosa triste vivere così.

    Rispondi
Rispondi a: Io, lui e la ex moglie sempre in mezzo
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi