• Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 7 anni, 3 mesi fa da Giorgia.

Ipocondria incontrollata

    Salve,
    mi chiamo Giorgia, ho 24 anni 3 vi scrivo in merito a un problema col quale non riesco più a convivere serenamente: l’ipocondria.
    Sono sempre riuscita a tenerla a bada, spesso bastavano le rassicurazioni del mio medico per fare passare i dubbi sulla mia saluta ma adesso non basta più. Adesso, dopo essere stata dal medico, tempo che abbia sbagliato diagnosi, che abbia tralasciato qualcosa di importante e che non abbia preso un considerazione certe malattie a causa della mia giovane età.
    Ho dolori che vanno avanti per tanti giorni, settimane, mi dico “non andare a vedere su internet”, ma alla fine lo faccio comunque, peggiorando la mia ansia.
    Due anni fa mi sono bruciata il polpaccio con la marmitta di una moto; a distanza di una settimana o poco più, sentendo spesso dolore, sono entrata nel panico totale con un pianto isterico e incontrollabile perché ero convinta che i tessuti interni fossero già necrotici. Mi vedevo già la gamba amputata. Col senno di poi, a mente fredda, so che erano pensieri veramente stupidi, ma in quei momenti non riesco a ragionare con lucidità.
    E questo è uno dei tanti episodi che si stanno verificando sempre più frequentemente e che mi fanno vivere veramente male.
    Recentemente sono andata in ospedale dopo aver sentito un fortissimo dolore alla schiena, non riuscivo a muovermi e a camminare. Ho iniziato a piangere per la paura, credevo di rimanere paralizzata o ti avere un tumore alle ossa in stadio avanzato. Mia mamma non capiva se piangessi per il dolore o per la paura. E nemmeno io. In ospedale non hanno fatto che amplificare la mia paura perché non mi hanno fatto ne una lastra, ne altri esami (me li hanno solo prescritti per farmeli fare altrove) e mi hanno imbottita due flebo di antidolorifici che mi hanno rimbambita e fatta star male per i giorni seguenti, con sonnolenza esagerata e vomito.
    Ad oggi non si sa cosa provoca il dolore perché la lastra ha evidenziato uno schiacciamento ma necessito ancora della risonanza magnetica che in Toscana ha tempi davvero lunghi.
    Nel frattempo ho inviato ad avvertire dolore interno sotto la costola sx e dx, come se a far male fosse un organo e non riesco a togliermi dalla testa che sia qualcosa di brutto.
    Mi misuro la febbre in continuazione e, se vedo qualche linea (cosa che accade spesso verso sera) mi agito tantissimo perché dicono che sia sintomo di cose brutte.
    Non vivo serena e penso sempre di stare per morire che i medici non si siano accorti di qualche malattia per distrazioni varie o per negligenza.
    Faccio vivere male i miei genitori perché ogni tre per due sento un sintomo nuovo.
    Cosa posso fare per aiutarmi?

    Rispondi
Parole Chiave: 
Rispondi a: Ipocondria incontrollata
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi