Potrebbe essere una storia stupenda, ma lei non si sente pronta per me.

    Salve dottori,

    sto affrontando una situazione abbastanza complicata con la mia ragazza, che frequento da 3 mesi circa.
    Abbiamo iniziato a vederci quando lei era proprio al termine di un’altra relazione, durata poco meno di 5 anni, che l’ha delusa parecchio a causa dei comportamenti poco carini di questo ragazzo.
    Il nostro rapporto è molto intenso, pieno di apprezzamenti reciproci sia fisici che caratteriali, e grandi sentimenti e fascini, tutto verificato dall’importante fatto che quando passiamo dei momenti insieme, questi ultimi sono assai belli per entrambi.
    Il problema sta in alcune incertezze in lei, che dice di stare molto bene con me ma allo stesso tempo, quando è a casa, o al lavoro, o è impegnata a fare altro che non sia a contatto con me, sente una sostanziale differenza interiore riguardo alla nostra relazione.
    Inoltre, mi dice di sentire una sorta di “disagio” all’idea di fare cose che per lei e il suo precedente ragazzo erano abitudinarie, quali andare al cinema o a cena, ad esempio.
    Tutte queste sue sensazioni la portano a dire di non ” essere pronta ” per una nuova storia.

    Io le ho detto che ciò che contano sono i sentimenti e il benessere che una persona ti dà, e che le cose devono crescere col tempo giusto, specie quando si esce da una storia lunga e importante come la sua. Le ho provato a far capire che quel ” disagio ” che lei prova per quelle cose è lo stesso che la bloccava dal darmi la mano, o dal dirmi che le mancavo tempo addietro, e che poi è svanito col crescere del nostro rapporto e del legame che c’è.

    Ciò che chiedo è se mi sto illudendo io, cercando inconsciamente di far tornare logici questi discorsi? Oppure faccio bene a dirle queste cose, perché è la verità?

    Spero che possiate aiutarmi a sciogliere questo dilemma che si sta contrapponendo alla possibilità di far nascere una storia stupenda.

    Grazie mille in anticipo.

    Andrea

    Rispondi
    Avatar photo

    Andrea buon pomeriggio…
    Non credo che sia il “dilemma” a contrapporsi alla possibilitá di far nascere una storia stupenda, quanto la paura di questa ragazza…
    Paura che tu comprendi a quanto pare, ma che vuoi in tutti i modi allontanare dal vostro rapporto….
    Le paure caro Andrea sono parte fondamentale del nostro carattere, rappresenta il nostro spirito di sopravvivenza e di protezione da cose che non vogliamo si ripetano visto il dolore che ci hanno giá causato.
    Ciò che tu le dici credo sia veritiero, ma forse cercare di convincerla di quanto il vostro rapporto sia importante non è la cosa piû opportuna per lei… E credo neanche per te.
    In ogni coppia c’è chi è piû pronto e chi meno e questo è dato dal fatto che ognuno nella coppia mette se stesso… Mi auguro che tu riesca ad accettare che se le emozioni ci sono non bisogna esigere dall’altro convinzione… Si sta insieme perchè si è diversi e in queste diversitá si deve trovare la spinta a volersi condividere e non modificarsi a vicenda….
    Ho una frase non mia ma di un grande autore da proporti per riflettere….

    Non spingere il fiume… Scorre da sè…

    In bocca al lupo Andrea

    Dott.ssa Federica Serafini

    Rispondi
Rispondi a: Potrebbe essere una storia stupenda, ma lei non si sente pronta per me.
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi