Il mio ex è affetto dalla Sindrome di Asperger?

    Rita Franca

    Salve a tutti, ho un dubbio che pervade la mia mente da molto tempo.Nonostante il tempo passi non riesco a comprendere il ragazzo che ho lasciato. Faccio una breve sintesi della mia storia.Ho conosciuto un collega all’università e dopo due anni ci siamo fidanzati .Trascorsi 3 anni insieme mi sono resa conto che mentre io mi davo da fare per trovare un lavoro lui stava inerte, così come in tutte altre situazioni:tipo se lo portavo io da qualche parte veniva altrimenti non proponeva mai. Non aveva amici e relazioni sociali che andavano al di la di dove venisse spinto.” Anni fa decisi di lasciarlo perché non si dava da fare e per di piu’ se ero impegnata in qualche attività mi telefonava di continuo, alcune volte mi inseguiva! Lui in questi 2 anni non ha mai smesso di scrivermi tramite sms o mail, ma il punto cruciale che non capisco è che mi scrive che mi vuole dare un futuro, ma non dimostra alcuna azione, sta a distanza. E’ molto abitudinario, non riesce a fare cose fuori dalla routine. Ha imparato la chitarra andando a lezione da un maestro e quando gli proponevo di farmi qualche canzone si è sempre rifiutato. Quando gli ponevo qualche quesito mi rispondeva sempre di sì, che si sarebbe spinto a fare una determinata azione, ma poi nel tempo si dimenticava di avermi dato risposta positiva e di non aver fatto seguire azione a ciò che aveva affermato! continua ad affermare di volermi dare un futuro, ma non fa nulla per farsi avanti e dichiarare il suo amore. E’ molto sensibile alcune volte piange, dicendo che si emoziona. Prima di chiudere la storia venni a sapere che faceva sedute psicoterapiche, da lui motivate per i problemi che aveva riscontrato con me, attribuendo la sua condizione alla mancata comunicazione tra noi, per diverso carattere e sensibilità. Ora mi scrive che continua le sue sedute con lo specialista, nonostante la mia indifferenza e continua a scrivere! Cosa potrei fare per capire se è affetto da Sindrome di Asperger?

    Rispondi
    Beatrice Dugandzija Neuropsichiatra a Milano

    Cara Sig.ra Rita Franca,

    sicuramente avrà avuto modo di cercare su internet le caratteristiche del disturbo Asperger in particolare le difficoltà nelle relazioni intime, i comportamenti rigidi, la difficoltà ad affrontare situazioni nuove. Solo per citarne alcuni, tra i più evidenti.

    Tali sintomi però sono comuni anche ad alte patologie psichiatriche tra cui i disturbi psicotici e i gravi disturbi ossessivi. Non penso che per lei sia utile dare un “etichetta” diagnostica a questo ragazzo, ma una volta capito che il suo disturbo è impegnativo chiedersi se lo desidera lo stesso come compagno di vita e, se così non è, lasciarlo andare: intendo dire non dargli false speranze e lasciare che sia il suo terapeuta ad occuparsi di lui ed aiutarlo.

    Cordiali saluti

    Beatrice Dugandzija

    Rispondi
Rispondi a: Il mio ex è affetto dalla Sindrome di Asperger?
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi