• Questo topic ha 2 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 7 anni, 3 mesi fa da Giusy.

Crisi ansiose e panico collegati a disturbi intestinali

    Feeling sickSalve a tutti sono nuovo in questo forum, non ho mai messo per iscritto i miei problemi, ho solo parlato con qualcuno di ciò che mi sta accadendo negli ultimi mesi. Ho 18 anni e premetto di soffrire di ansia, piccoli disturbi ossessivo compulsivi e attacchi di panico da ormai 1 anno. Non avendo avuto crisi nel mese di settembre e nella metà di ottobre avevo trovato un certo equilibrio che mi faceva stare bene con me stesso, ero felice insomma! Poi ultimamente non sto vivendo più la mia vita, non sono più le solite crisi che con il tempo e qualche goccia di valeriana riuscivo a placare, i problemi sono passati al colon e intestino, visto che soffro di “sindrome da colon irritabile” ogni volta che sono sotto stress (ultimamente quasi ogni giorno per la frenetica vita scolastica) e sono in tensione, non riesco più a controllarmi l’ansia sale, il battito cardiaco aumenta a dismisura, inizio a sudare, fortissimi dolori addominali che spesso mi costringono a stare in posizioni da non far rumore col mio intestino (cosa che mi mette parecchio in imbarazzo davanti agli altri) e passare 5 ore al giorno con la tensione a mille, imbarazzo da tutte le parti, difficoltà di concentrazione visto che il mio andamento è calato di molto ultimamente non mi fa bene anche a livello psicologico, tornare ogni giorno a casa con la speranza di non piangere non è facile.
    Questo è tutto ciò che è peggiorato negli ultimi mesi, non sono più padrone della mia vita, le preoccupazioni e il disagio che ho a scuola portano al pensiero di lasciare gli studi, ma personalmente ho voglia di finire anche se ripensando a ieri l’altro ieri riesco solo a far scendere lacrime

    Saluti David

    Rispondi
    Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

    Caro David,

    non lasci gli studi! Non si lasci abbattere, non perda di vista il suo obiettivo. I problemi che descrive sono problemi che anche se molto fastidiosi e soggettivamente invalidanti possono essere affrontati e suerati abbastanza facilmente.

    Lei è probabilmente una persona ansiosa e soggetta a sviluppare somatizzazioni.

    Da una parte le suggerisco di rivolgersi al suo medico di base per spiegare cosa le accade, i sintomi, e quindi ricevere delle cure e rimedi “ad hoc”; dall’altra parte è importante che focalizzi che quello che le accade non dipende da lei ma dal suo intestino “irritabile” e che pertanto non è sotto la sua responsabilità perchè il nostro corpo non è, come invece spesso si presume, totalmente sotto il nostro controllo. Nessuno è perfetto nemmeno il suo intestino.

    Cari saluti

    Federico Baranzini

    Rispondi

    Salve, ho 23 anni premetto che sono una persona ansiosa di carattere e che ho sempre vissuto con problemi di ansia e tensione, anche per futili problemi, ho sempre preso i vari aspetti negativi o cose meno importanti con pesantezza e preoccupazione dandogli sempre troppa importanza. questi stati di ansia M hanno portato a stare male e fare infiniti test e analisi da cui è sempre uscito che sono una persona sanissima, e che sono solo frutto di me stessa e del mio modo di prendere le cose, e che quindi dipendeva solo da me stare bene. Da un po di anni a questa parte la mia ansia è peggiorata sono spesso molto sotto stress per cause di lavoro conduco una vita frenetica lavorativamente che mi portano ad accumulare stress nervosismo e tensione, soprattutto quando sono a contatto con le persone, a volte Mi capita di tenere tutto dentro e di arrivare a momenti in cui scoppio completamente con conseguenti attacchi di panico, che mi destabilizzano e Mi fanno crollare in una sensazione di vuoto di tristezza ecc, sto cercando in tutto I Modi di aiutarmi ad essere forte e combattere. Purtroppo Di questi stati d’animo ne soffre molto il mio stomaco ed intestino, colon irritabile difficoltà digestive pesantezza gonfiore c sono stati momenti in cui sono stata così nervosa da vomitare ininterrottamente. Ho preso per un periodo delle pillole che hanno calmato il dolore allo stomaco. Di per sé non c’è niente di cui debba preoccuparmi dal momento che lavoro ho la mia famiglia siamo molto uniti ecc. Ma non riesco più a controllare il mio nervosismo! Anche se ho imparato a controllare gli attacchi d panico e a calmarmi, non ho mai fatto uso di farmaci o antidepressivi, ho solo bisogno di capire come risolvere questi miei stati. Perché quando sto tranquilla e mi controllo sto benissimo, ma poi quando per un momento C’é qualcosa Che m fa innervosire mi sale un nervoso interno e mal Di stomaco. Sembra quasi Che non Possa innervosirmi Perché altrimenti starei male!!!!

    Rispondi
Rispondi a: Crisi ansiose e panico collegati a disturbi intestinali
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi