Confronto con la morte

    Salve
    Ho 23 anni , da febbraio ho problemi di ansia causato dalla malattia veloce e subito dopo dalla morte di mio nonno solo un mese dopo . Dopo questo avvenimento sembra come se qualcuno mi avesse scrollato e detto ‘ehi guarda che vivi anche tu nel mondo reale , non sei immune da malattie e morte‘.
    Alla sua morte, successa proprio davanti a me , ho reagito in un modo imprevedibile che non mi sarei aspettata , sono stata il giorno dopo alla veglia a toccare il suo viso e le mani … Non ni sembrava vero..
    Bene dopo una settimana mi sentivo fisicamente e male , sentivo come pungermi dappertutto, dopo una ecografia addominale il medico mi disse che sicuramente era in irritazione del colon dato quello che era successo …
    A maggio mi sposo, i preparativi sono corsi veloci e non ho subito alcuno stress per questi, forse perché dentro di me covava qualcosa di più grande ..
    I mesi passano ma l’assenza di mio nonno si fa sentire ovunque, mi manca molto.
    Sono registrata a un gruppo su Facebook di cure alternative e leggo quasi ogni giorno di gente che sconfigge il cancro ma anche di tanti di ogni età che muoiono o che perdono i loro cari .
    Due mesi fa avevo fitte forti dietro alla schiena , il medico mi dice che ho una bronchite a livelli iniziali e mi da la terapia , dopo una settimana rivado fa lui dicendo che non mi è passato ma lui dopo varie respirazioni mi dice che secondo lui è un disturbo dovuto allo stress e mi dà delle punture per rilassare i muscoli.
    Le punture non le ho fatte perché il giorno dopo già non avevo più sintomi .
    Ora il peggio :

    Lo scorso weekend passato al pronto soccorso per pressione altissima, tachicardia, fiato corto, malditesta, gambe che tremano … Bene dopo tutti gli accertamenti negativi mi dicono che sicuramente è stress o ansia …

    Non posso vivere così ..
    Ho sempre forti mal di testa e mi fanno male le tempie al tatto …
    Ho paura di perdere chi amo e di stare male, provo vergogna a rivolgermi a uno specialista perché solo là pensiero mi viene da piangere .
    Spesso mi faccio problemi anche lavorativi che magari si verificheranno tra 20 anni però io già ci penso …
    Mi aiuti per favore … Cosa posso fare per rilassarmi e vivere i miei 23 anni come è giusto che sia …

    Rispondi
    Avatar photo

    Gentile Ele,
    Vorrei ci fosse una soluzione facile e veloce, ma soprattutto indolore, ma non esiste…
    Sicuramente il web non è il posto adatto dove trovare soluzione ai suoi disturbi, solo una terapia può insegnarle a sistenere quanto le accade e a digerire quanto di spiacevole le è successo… Uno specialista saprá offrirle “contenimento” ciò che lei forse ha perso con la morte di suo nonno, ma che in questa maniera potrá ottenere in una forma del tutto diversa ma comunque appagante…
    Ci tenga informati, ci fará piacere e provi ad essere felice il giorno del suo matrimonio…
    In bocca al lupo!
    Dott.ssa Federica Serafini

    Rispondi
Rispondi a: Confronto con la morte
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi