Attacchi di panico o ipertensione?

    Gentili,
    sono qui a porvi un mio problema e di conseguenza capirne l’origine se è possibile.
    Ho sofferto in passato di attacchi di panico curati per ben tre ani con psicofarmaci (daparox e xanax) oltre che a terapia psicologica.
    Dopo questo lungo periodo sono stata piuttosto bene, sono nel frattempo intercorsi vari lutti in famiglia e due interventi molto importanti che ho subito nel 2011, che mi ha portato a subire tra l’altro un isterectomia totale ed una colectomia totale.
    Circa due mesi fa ho avuto (secondo i medici che mi hanno visitata) un forte attacco di panico, con tachicardia senso di svenimento e pressione elevata.
    L’altro giorno al lavoro ho iniziato a sentirmi male, di nuovo, tutti è iniziato con senso di sbandamento e una specie di formicolio in pancia non riuscivo piu a respirare bene ero diventata bianchissima, trasportata al ps, pressione risultava 150/110 con 105 battiti cardiaci. Mi hanno fatto respirare in una busta di plastica e mi sono leggermente calmata, poi mi hanno dato 15 gocce di EN, ecg ed esami del sangue, il tutto nella norma, dopo alcune ore di attesa mi hanno rimisurato la pressione ed era 120/78. Mi hanno rimandata a casa con la prescrizione di prendere xanax 0.25 per tre volte al giorno.
    Mi hanno anche detto di fare un holter cardiaco perché è possibile che siano sbalzi pressori che innescano il panico e non viceversa.
    Ho nel frattempo rifatto un ecg una visita cardiologica ed un ecocuore, ed esami del sangue, tutto nella norma.
    Misuro a casa la pressione, a volte ce l’ho alta e sento l’ansia addosso, dopo che prendo lo xanax si abbassa notevolmente.
    Ma spesso ho ansia tutto il giorno ho paura di morire o che mi succeda qualcosa
    Dopo questa lunga esplicitazione la mia domanda è questa, ma se io soffrissi di pressione alta è possibile che si abbassi semplicemente con lo xanax? Oppure mi sono davvero ritornati gli attacchi di panico?
    Quali altre visite poter fare?
    Sono attacchi di panico o qualcosa di fisico che non va? L’ansia mi sa rendendo ogni cosa impossibile, ora anche andare in macchina mi crea un ansia incredibile.
    Scusate la lunga lettera.
    Cordiali saluti.

    Rispondi
    Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

    Buongiorno Fenice14

    l’iter che descrive e che le è capitato di dover percorrere è quello tipico delle perosne affetta da sintomatologia ansiosa e attacchi di panico.

    La pressione arteriora può rispondere almeno in parte alla somministrazione di ansiolitici come quello da lei citato ma la differenza sta nella variabile temporale: l’ipertensione diviene costante se non curata mentre tipicamente gli attacchi di panico no, vanno e vengono.

    Dalla storia parrebbe più probabile l’ipotesi che la componente ansiosa si stia riattivando, fatto salvo che in effetti l’aver avuto puntate ipertensive (laddove le abbia avute) possono aver accentuato o slatentizzato lo stato ansioso acuto.

    Monitori la pressione e si porti appresso l’ansiolitico per non dover ogni volta correre in pronto soccorso. Tra un mese torni a fare un controllo dal proprio medico o dallo specialista.

    Cordiali saluti

    Rispondi
Rispondi a: Attacchi di panico o ipertensione?
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi