Ansia generalizzata

    disorientata

    Salve a tutti, questo più di un messaggio é una una richiesta di aiuto. Sono stata sempre una persona ansiosa ma in questo periodo sono proprio in tilt e temo di cadere in depressione: l’ultimo anno è stato per me contrassegnato da una grande sofferenza in quanto sono stata male di salute e ho girato parecchi specialisti anche in giro per l’Italia, nonostante tutto con difficoltà sono riuscita a laurearmi e pure alla grande con 110 e lode, grande gioia se non fosse stato che 3 giorni dopo mio nonno é mancato quindi in casa siamo passati dalla gioia al dolore. Nonostante tutto continuai i miei studi ma pochi mesi più tardi ho avuto una ricaduta inoltre il mio ragazzo ha pensato bene di lasciarmi, ho trascorso un’estate che non auguro a nessuno, litigi pure con la mia famiglia. Nonostante tutto sono riuscita a svolgere piccole attività lavorative. Intanto la mia ansia ha cominciato ad aumentare. Dopo un po’ di mesi ho rincontrato il mio ex, abbiamo capito di provare ancora sentimenti reciproci e siamo tornati insieme, ho fatto pace con la mia famiglia e ho continuato i miei studi universitari alla specialistica. Sta andando tutto finalmente di nuovo bene allora xké questa ansia non vuole passare? Tachicardia, peso al petto, agitazione generalizzata, pianto ultimamente ho apatia, difficoltà a rilassarmi, agitazione talvolta anche verso il mio amato ragazzo. Sono in tilt non mi capisco più… Va tutto di nuovo bene ma l’ansia non passa 🙁

    Rispondi
    Avatar photo

    Gentile Disorientata,

    da quello che scrive credo che possa essere utile per lei iniziare a prendere in considerazione l’idea di intraprendere per un periodo un percorso psicologico che la possa aiutare a comprendere e a lavorare su queste manifestazioni di ansia che, nonostante come lei dice, è un periodo della sua vita che sta andando bene, non la lasciano vivere serena.

    In effetti da quello che ha scritto ha avuto un momento della sua vita diciamo complicato ed anche da un punto di vista affettivo e familiare pieno di tanti vissuti, questo a volte ce lo possiamo portare dietro un pò come un bagaglio che in qualche maniera necessita dentro di noi di un periodo di elaborazione e di chiusura psicologica.

    Da quello che scrive mi veniva in mente che è una ragazza con risorse e potenzialità che mi immagino nella situazione di disagio, ha saputo mettere in atto per superare questi momenti emotivamente difficili, quindi magari manca giusto un altro piccolo passo per cancellare alcuni residui che possono essere rimasti in sospeso e che il corpo manifesta attaverso attacchi di ansia e di apatia e che vanno presi in considerazione con la giusta attenzione.

    L’ansia può essere letta come una manifestazione che è vero che ci mette in allarme, ma che ci dice allo stesso tempo che bisogna prendere in considerazione l’idea che qualcosa va compreso, elaborato e visto da un punto di vista emotivo e psicologico.

    Un caro saluto,
    Dott.ssa Emanuela Venanzoni.

    Rispondi
Parole Chiave: 
Rispondi a: Ansia generalizzata
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre class=""> <em> <strong> <del datetime="" cite=""> <ins datetime="" cite=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Rispondi