Grazie Dottoressa per le sue risposte. Per quanto riguarda la posizione attuale dei miei genitori io direi che tengono il piede in due scarpe, perchè da un lato difendono me ma dall’altro fanno il doppio gioco con la scusa di fare il bene del bambino, ma la realtà è che io mi sono separata da mio marito, loro no! Le cose che ha sentito mio figlio, le ha sentite da mia cognata, che le stava raccontando ad un’amica in presenza di mio marito, pensando che il bambino non sentisse, perchè in un’altra stanza invece il bimbo ha sentito tutto. A mio figlio ho parlato dell’accaduto in maniera tranquilla, senza accusare nessuno, ha reagito senza porre domande, non ha pianto, ha accettato la cosa per quello che ho potuto vedere e quando ho detto che vorrei un uomo che mi faccia sentire amata, mi ha detto che ha un po’ paura che io poi potrei non guardarlo più, ma l’ho rassicurato. Il bimbo non conosce il mio attuale compagno e credo sia troppo presto per introdurgli una nuova figura maschile, soprattutto perchè ci sono ancora troppi pettegolezzi sulla mia separazione. Per quanto riguarda i miei sono spesso in conflitto con loro per stupidate, mia mamma interviene solo per rompere le scatole, su come gestire i tempi del bambino, spesso fa l’offesa e non mi telefona, per criticarmi se sa che quando non ho il bambino esco, insomma uno strazio, anzichè aiutarmi mi innervosisce. Spero di averle chiarito la mia posizione e la ringrazio di nuovo.