Carissima Alice, io purtroppo in questi casi preferisco essere brutale: non credo che il tuo ragazzo ti ami, e ti rispetti. Credo sia un alibi che ti sei creata perché hai paura di mollarlo, paura di ciò che ti aspetterà dopo. L’amore non è urlare contro la propria donna, impedirle di vivere, di avere degli amici, non fidarsi… Che senso ha vivere un rapporto così? In preda all’ansia e al panico?…
In questi casi si crea un circolo vizioso: questi uomini usano i soliti trabocchetti, fanno sentire la propria donna una nullità, così da non essere lasciati. La prima cosa che fanno questi uomini è impedire alla donna di lavorare e di avere degli amici, così da farti pensare: “Io ho solo lui, nessuno mi vorrà mai, devo rimanere con lui, è meglio di stare sola.”
È sbagliato. Lui ti sta manipolando. Non è un rapporto sano. L’amore c’è quando entrambi i partner sono felici. Hai 24 anni e tutta la vita davanti. A quanto ho capito, lui è una persona molto violenta. Non perdere tempo, lascialo immediatamente. Soprattutto cerca sostegno nella tua famiglia o comunque parlane con qualcuno che non ti lasci sola, in caso dovessi lasciarlo, puoi andare in uno di quei centri anti-violenza. Credimi, non sto esagerando. Da quel poco che ho intuito, ne hai bisogno. In bocca al lupo.