Ci siamo lasciati cara Dottoressa.
Non vedo più un futuro con te, l’anno scorso lo vedevo, ora no,. Ero felice 10 oggi 6. Non sono fatto per stare in coppia. Con te ho rivoluzionato tutto di me, il mio modo di pensare all’amore, il mio desiderio di essere padre, ma oggi mi rendo conto che sto facendo dei passi indietro, a quando ero “uno che pensava solo a sé”.
Queste le sue motivazioni dopo 3 anni, e dopo una storia fantastica fatta di progetti.

Alla porta mi chiede se può darmi un bacio, e mi dice “il mio cuore vuole rimanere ma la mia testa mi dice di andare ora”. Non si prende la roba e se ne va.

Circa 2 settimane che non ci sentiamo e non ci vediamo.
Io continuo ad avere un flebile legame con la sua famiglia (che mi adora).

Una mia amica, gli scrive un messaggio dopo aver saputo, perché anche sua amica e molto legata a noi come coppia, scrivendogli di seguire il suo cuore, detto da una persona molto razionale qual è la mia amica. Buttarsi, rischiare, seguire le emozioni, perché secondo lei noi due siamo due anime complementari. (Non solo secondo lei).

La sua risposta avvenuta dopo 2 gg afferma che anche lui purtroppo o per fortuna è una persona molto razionale in tutto, incluso i sentimenti. Ma in realtà ha seguito sempre molto anche l’istinto e che quando questo va nella stessa direzione della ragione c’è ben poco da lottare.

La mia amica gli ha scritto poi “e il cuore dove lo metti?” e lui non ha più risposto.

2 settimane la sua ultima frase è stata “il cuore vuole rimanere ma la mia testa dice di andare” e ora invece ti dicono la stessa cosa?

A me sembra un messaggio molto costruito, come se volesse più dirlo a se stesso che alla mia amica (sapendo che poi lo avrebbe detto a me). Mi sbaglio? Cosa devo pensare?