Avatar photo

Gentile Dada,
da quello che scrive, comprendo e mi arriva dalle sue righe, la tristezza e forse la delusione rispetto questa situazione e mi risuona quando in una fase di separazione ci si chiede dove si è sbagliato, cosa si poteva fare di più e dove si poteva migliorare.

In realtà non sempre c’è una risposta semplice a queste domande, ma sopratutto non è detto che in alcune situazioni sia corretto porsele.

Lei ha sottolineato delle cose molto interessanti e sopratutto “sane” rispetto al continuare o meno quello che lei stessa ha definito una frequentazione, sopratutto quando ha paventato l’idea o ha avuto la sensazione di una forma di manipolazione da parte di questa persona, e questo mi sento di dirle che traspare dal modo di cambiare diciamo un pò le carte in tavola e di far trasparire che poi la “colpa” fosse la sua, o da tanti altri micro atteggiamenti, che in una fase di relazione iniziale, possono essere, come ben lei ha sottolineato, un ottimo campanello di allarme per far presagire un futuro disagio all’interno della relazione.

Di per sè non è un atteggiamento diciamo anomalo quello di accettare amicizie femminili sui social, ma il punto che non deve credo mai mancare è quello della chiarezza degli intenti, anche all’interno di una frequentazione e dell’onestà emotiva rispetto alla persona che si ha di fronte e questo non credo che dall’altra parte sia stato fatto.

Ora al di là della veridicità o meno di tutto ciò che le è stato riportato dall’amicizia in comune, credo che questo ragazzo abbia bisogno di fare prima di tutto chiarezza per sè stesso e poi forse potrà riprendere contatto con altre persone per una sana relaione, ma questa cara Dada non è compito suo, e non può prendersi l’onere di farglielo comprendere e forse di aspettare che lui abbia la voglia di mettersi di nuovo in gioco in una relazione in maniera pulita e responsabile.

So che all’inizio non è facile interrompere qualcosa che ci ha fatto avere emozioni, ma anche una frequentazione, al di là di dove andrà, deve essere motivo di gioia e di prime, nutrienti condivisioni, se questo poco accade nelle prime battute, ci si deve giustamente interrogare se è davvero quello che vogliamo per noi stessi.

Sono talvolta persone affascinanti chi ha questa modalità di relazionarsi, ma a lungo termine se non consapevoli di questo, possono diventare per chi gli sta accanto dei veri e propri vampiri energetici, che non ci rendono sereni e che possono minare la nostra emotività.

Vedrà che eleborando questi aspetti che lucidamente ha sottolineato, con un pò di tempo e dedicandosi a cose e persone con le quali è serena, troverà più semplice voltare pagina e scrivere qualcosa per sè stessa di ancora più bello.

Un caro saluto.

Dott.ssa Emanuela Venanzoni.