Avatar photo

Gentile Stella, da quello che scrive è una situazione che andrebbe vista con maggiore dettaglio per darle un consulto più dettagliato e per lavorare nel migliore dei modi, per elaborare cosa può averle scatenato questa reazione fisica ed emotiva, portandola a non desiderare di uscire e di smettere di voler continuare nelle sue attività quotidiane.

La cosa che posso dirle è di consultare uno specialista con il quale iniziare ad inviduare il percorso che l’ha condotta ad adottare questa modalità, che mi rendo conto la agita e non la fa stare serena, innescando una catena di sensazioni negative che la portano a chiudersi ancora di più.

Laddove sente che ha diffoltà ad andare lei presso lo studio dello specialista, può pensare di cercare qualcuno che possa fare delle terapie domiciliari, almeno inizialmente, in maniera da poter quanto meno iniziare a comprendere come poter lavorare verso una ripresa serena della sua vita.

Un caro saluto.

Dott.ssa Emanuela Venanzoni.