Avatar photo

Cara Valeria…
Sembra che per te sia difficile accettare i distacchi e prendere atto delle decisioni altrui, sulle quali, per quanto dure da affrontare non abbiamo nessun potere…
Quando hai scritto “ho perso la mia migliore amica” ho creduto fosse morta, invece no, la tua amica, per la quale forse il vostro rapporto non era viscerale come sembra esserlo per te, ha deciso che poteva fare a meno sia di te che dell’altra ragazza. Ciò é brutto, difficile da affrontare, frustrante, doloroso, ma di certo non è un abbandono…. Abbandono è un termine che si usa per riferirsi ad un genitore che si allontana, senza provvedere più a lui, da un figlio che ha meno di 3-4 anni e quindi non può provvedere a se stesso. Il fatto che tu usi questo termine mi preoccupa e mi dice quanto avevi investito su di lei… Purtroppo la realtà è che

si può volere molto bene a molte persone, ma si deve investire sempre e comunque su noi stessi e sulle nostre forze, non dovremmo cercare forza nella vicinanza con l’altro…

Ti consiglierei di andare a parlare con uno specialista in modo che possa sostenerti in questo periodo difficile (tagliandoti sembra che tu voglia punire te stessa come se ti sentissi colpevole di qualcosa), possa consigliarti per il meglio e seguirti per fare in modo che tu possa rafforzare la tua autostima ed evitare di trovarti di nuovo in una situazione di forte dipendenza affettiva in cui tu ti annulli….
Ricordati che tu vali!
In bocca al lupo! Tienici informati!
Dott.ssa Federica Serafini