Avatar photo

Gentile Nicola,
È impossibile trovare la causa del tuo disturbo online senza conoscerla, ciò che sicuramente posso dirle è che nel momento in cui un sintomo prende il sopravvento e costituisce una limitazione alla propria vita forse è arrivato il momento di correre ai ripari chiedendo l’aiuto di uno specialista…
Mi chiedo e le chiedo… Visto che il suo sintomo trova “voce” nei momenti di silenzio sembrerebbe quasi che per lei quel silenzio sia difficile e che a qualche livello senta la necessitá di riempirlo… Che senso ha questo “cercare di riempire i vuoti” nella sua storia? Spero che la mia domanda possa esserle di stimolo in un inizio di terapia che possa portarla dove vuole arrivare attraverso il sostegno di cui necessita!
Dott.ssa Federica Serafini