Avatar photo

Gentile Antonio,
Penso che la cosa migliore da fare sarebbe parlare con la tua psicologa dato che avete in atto un processo terapeutico giá avviato… Niente di ciò che io le potrei dire varrebbe ciò che pitrebbe dirle la sua terapeuta che giá la conosce!
D’altro canto credo che non esistano emozioni da NON dover provare o esprimere… Esistono emozioni difficili da contattare, esprimere e gestire questo sì… É questo il motivo per cui si tende a metterle da parte… Le auguro di riuscire grazie al rapporto terapeutico a capire cosa e perchè queta malattia la colpisce tanto, ma senza voler nascondere ciò che prova! In bocca al lupo per il suo percorso!
Buona strada
Dott.ssa Federica Serafini