Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

Gentile MaryJ.

quanto descrive parrebbe essere ascrivibile a fenomeni di depresonalizzazione e derealizzazione probabilmente su base ansiosa e in conseguenza a quanto accaduto nella sua famiglia. Però come dice lei stessa potrebbe anche sussistere un pregresso stato di predisposizione ansiosa che l’ha resa maggiormente fragile e vulnerabile.

Tipicamente questi disturbi si presentano con sintomi quali qeuelli da lei descritti e dalla sensazione di irrealtà e non familarità con quanto ci circonda. Non fidarsi delle persone potrebbe essere un aspetto collegato a quanto in atto ma non è certo e non è escluso che dipenda da altro.

Esitono terapie psicologiche (forse dovrebbe pensarci anche per il clima fmailiare che si è deteriorato…) e farmacologiche molto efficaci per i disturbi d’ansia.

Ma prima di tutto si rivolga ad un valido specialista per la definizione di una diagnosi.

Cordiali saluti