Avatar photo

Gentile futura collega….
Un percorso di due mesi è poco, davvero poco per avere dei miglioramente…. Come sta scoprendo, nè durante la laurea, nè successivamente glielo assicuro, ci viene fornita una bacchetta magica per eliminare i sintomi fisici attraverso cui la nostra mente cerca di dirci di “prenderci cura”….
Cosa può essere successo purtroppo non si può dire online, le ricadute sono come l’ennesimo grido d’aiuto in una stanza vuota che non è stata ancora ammobiliata…
Ciò che dovrebbe fare è rivolgersi ad uno specialista, magari presso la asl di zona e lavorare sù se stessa, non c’è cosa più giusta che fare per primi “il” sacrificio di mettersi in discussione…
Abbiamo tutti un vuoto… Ognuno lo riempie a suo modo…. Chi con la religione, i libri, le intellettualizzazioni, il sesso, lo sport, mi auguro che lei riempia il suo vuoto di nuove consapevolezze e che sulla base di queste possa costruire il suo futuro!
In bocca al lupo.
Dott.ssa Federica Serafini