Avatar photo

Smettere, ALL’ISTANTE, di curiosare in rete a caccia di risposte a domande generate esclusivamente dall’ansia. Le informazioni contenute in internet sono preziose, ma non dovrebbero mai sostituire un rapporto persona/persona. Invece, nel tuo caso, il web sta prevaricando le relazioni interpersonali, rischiando perfino di minare la tua fiducia nel medico curante. Va benissimo cercare soluzioni terapeutiche alternative, ma non perché una fantomatica persona ne ha parlato da qualche parte. Ogni caso è a se stante, ma è cosa nota che, se leggiamo di un caso clinico che ci riguarda, in qualche modo riusciamo a ritrovare un nostro modo di fare o un sintomo che conosciamo; e allora ci sembra di avere in pugno la diagnosi.
Niente di più sbagliato. Internet è eccellente per trovare spunti di riflessioni e suggerimenti ma, specialmente quando è coinvolta la nostra salute fisica o mentale, sarebbe opportuno discutere dei nostri dubbi con specialisti esperti in quel campo specifico. Se hai dubbi sulla salute, chiedi al tuo medico un esame di accertamento – ad esempio, un’ecografia mammaria bilaterale – e/o di indirizzarti a uno psicologo o psicoterapeuta per qualche chiacchierata tranquillizzante.
Buona serata!

Dr.ssa Federica Leva