Beatrice Dugandzija Neuropsichiatra a Milano

Cara “Sorella preoccupata”,

la situazione di suo fratello richiede una valutazione da parte di uno specialista ( neuropsichiatra dell’infanzia e adolescenza o psicologo dell’età evolutiva).

Va innanzitutto capito di che natura è questa sofferenza così profonda e ( vale a dire: va posta una diagnosi) e in secondo effettuare un intervento terapeutico adeguato.

Mi dispiace che lei, così giovane, debba prendersi carico di questa situazione.
Se non se la sente di parlarne con sua madre, può rivolgersi al vostro medico di base o il pediatra di suo fratello e chiedere di far da intermediario.

Cordiali saluti

Beatrice Dugandzija