Avatar photo

Caro Marco, da quello che hai scritto, mi permetto di darti del tu, vista la tua giovane età!, non deve essere un momento semplice.

Da quello che scrivi mi colpisce però il fatto che tu dica che hai un buon rapporto con i tuoi genitori e poche righe dopo, sembri quasi dire che il fatto che loro siano protettivi e che molto probabilmente hanno impegni per i quali è difficile accompagnarti, hanno accentuato questo stato di non socializzazione.

Mi chiedo, visto che dici di aver un buon rapporto, come mai non hai provato a confrontarti un pò con loro rispetto queste tue preoccupazioni e sensazioni ed anche rispetto al fatto che forse si potrebbe iniziare piano piano a vedere di lasciarti andare da solo, con le giuste regole che potete eventualmente decidere insieme.

Sai Marco a volte l’iniziare a comunicare quello che ci succede sopratutto in famiglia, può essere un modo per confrontarsi e per condividere sensazioni ed emozioni ed anche per avere un altro punto di vista, sopratutto da parte di chi ti vuole bene.

Mi colpiva anche molto il fatto che tutti ce la possono avere con te e che ogni volta che tu ti avvicini a qualcuno, tu possa non andare bene o avere qualcosa che non va, credo Marco che queste siano fasi di passaggio in cui ti stai costruendo la tua identità e la tua personalità e può capitare di non entrare subito in relazione o trovare immediatamente degli amici, ci vuole tempo e voglia di costruire insieme questo tipo di rapporto.

Forse come prima cosa, inizierei un pò di più anche a centrarmi su quello che davvero ti piace fare al di là dello studio che dalla tua mail poco emerge, tipo hobbies, passioni, sport che coltivi al di là dell’impegno scolastico, che sono importanti sia per te, che anche, laddove siano intrapresi in uno spazio con altre persone, come un possibile modo di conoscere e coltivare amicizie.

Laddove poi ci siano delle difficoltà a parlare con i tuoi e a trovare cosa ti appassiona e cosa ti piace, e se questo senso di introversione continua sopratutto nella fase del cambio scuola, puoi pensare di parlarne con uno specialista con il quale insieme lavorare su questi passaggi per te così importanti.

Tienimi aggiornata se ti farà piacere.

Un caro saluto.

Dott.ssa Emanuela Venanzoni.