Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

Buongiorno,

la diagnosi di insonnia deve essere confermata e rivista periodicamente dal medico. Se le è stata diagnosticata anni fa come dice è opportuno e consigliabile che lei si rivolga al curante e con lui valuti il da farsi: provare a ridurre e sospendere la terapia, modificarla magari rinforzandola o sostituendola in toto con altri medicamenti.

Abbandonare farmaci come zolpidem e melatonina non rappresenta un’operazione “tecnicamente” complessa nè particolarmente pericolosa. Si tratta semmai di trovare una nuova modalità di approccio all’eventuale ripresentarsi dell’insonnia.

Che abitudini al sonno ha? Segue una certa igiene del sonno? Tiene un diario? Queste e molte altre domande dovrebbe porsi assieme al proprio curante per poter affrontare al meglio la questione.

Cordiali saluti