Avatar photo

Cara Barbara,

credo da quello che lei scrive, che potrebbe essere utile per lei iniziare a pensare di fare un percorso con uno specialista con il quale lavorare su queste condotte alimentari che a lungo andare possono danneggiare sia il suo stato fisico, ma anche psicologico, a maggior ragione che come ha esplicitamente scritto presenta alcuni problemi di salute.

A volte come anche lei ha sottolineato il cibo è un pò uno specchio o un coperchio di cosa forse le sta accandendo in maniera più profonda e merita tutta la sua attenzione per poter affrontare con i suoi tempi e le sue modalità ciò che avviene.

Il farmaco talvolta può lenire ed in un primo momento aiutare, ma da solo talvolta può non essere sufficiente per affrontare tematiche magari un pò più profonde e personali.

Un caro saluto,

Dott.ssa Emanuela Venanzoni.