Avatar photo

Buonasera!
Le confesso che nulla, nella sua lunga lettera, mi ha sorpreso. Le rimostranze di lui, i suoi sotterfugi, le negazioni… perfino la cattiveria, gratuita, con cui ha sottolineato quant’è felice senza di lei. Però, nonostante l’abbia lasciata, non a caso a San Valentino, e abbia mille rimproveri contro di lei, torna ancora a farsi sentire. Come se lei gli appartenesse ancora. Ma lui, ci tiene a precisarlo, non le appartiene più. Anche quando eravate insieme lui la vedeva come qualcosa di suo, a cui né le amiche né altri uomini potevano accostarsi. Lui si è sempre sentito minacciato dal mondo in cui viveva e che, per via della distanza, gli era precluso. Un po’ di gelosia, in amore, è espressione di un rapporto sano; ma quando diventa morbosa e invischiante assume un connotato francamente patologico: soffre sia chi è geloso, perché si arrovella con mille fantasie, sia che ne è vittima. Ora, è probabile che il vostro rapporto non rendesse più felice il suo ex fidanzato e lui l’ha incolpata di tutto – o quasi. Quindi è stata licenziata e al suo posto è arrivata un’altra ragazza… Se non sbaglio, il suo ex ha fatto più o meno la stessa cosa in precedenza, quando ha lasciato la ragazza con cui stava per mettersi con lei. Quando ha la sicurezza di non essere solo, interrompe un rapporto non soddisfacente e si rivolge alla nuova conquista.
Ora, che fare? Approvo la sua decisione nel negarsi, e sia forte, non ceda: se non vede un futuro, con lui, che senso avrebbe tornare indietro?
In questo momento è disillusa e teme che non riuscirà a fidarsi più di nessuno in futuro. La capisco, ma ricordi che i “per sempre”, a volte – o spesso – non durano.. e per fortuna! Adesso è giusto che sia sulla difensiva e che si protegga dietro una barriera di sfiducia. Dentro di lei, l’inconscio continuerà a elaborare il comportamento del suo ex fidanzato e quando incontrerà una persona più affidabile, lo capirà. Allo stesso modo, questa esperienza dovrebbe avere il vantaggio di tenerla lontano da individui simili, in futuro. Pensi poi che non conosceva davvero a fondo quel ragazzo. Una persona si conosce appieno solo condividendo la casa e la vita, con tutti gli aspetti, felici e fastidiosi, del quotidiano. Quando ci si frequenta a distanza ci si vede per poche ore – ex, un weekend ogni due settimane – e in quelle circostanze si fa di tutto per far funzionare il rapporto. Ma nel tempo, se ci sono dei “bugs”, le problematiche emergono e devono essere affrontate. Il suo ex fidanzato ha deciso per entrambi e ha chiuso la storia. L’ha fatto forse nel modo sbagliato, ma non escludo che un giorno sarà felice di poter essere davvero se stessa al fianco di un uomo fiero della sua bellezza e vitalità.
Mi sbilancio nel dirle solo una cosa: in amore è giusto scendere a compromessi, ma c’è un limite oltre il quale non si dovrebbe andare. Se si supera la soglia, uno dei due, se non entrambi, rischierà l’infelicità. E l’infelicità dell’uno, inevitabilmente, comporterà l’infelicità dell’altro.
Stia tranquilla, se vorrà, potrà tornare a fidarsi di un uomo meritevole del suo affetto.
Buona serata!