Avatar photo

Buongiorno, Giulio. Non posso azzardare una diagnosi da una semplice lettera, ma è molto probabile che questa infatuazione sia una compensazione a tutta la sofferenza che è seguita alla rottura con la tua precedente fidanzata. All’epoca hai sofferto molto, giungendo perfino a desiderare di morire e dopo hai trovato un potenziale angelo salvifico, al di là del monitor: un contatto virtuale, distaccato, che ti preservava da ulteriori delusioni e sofferenze, e nel contempo presente e capace di darti quella dolcezza e quella comprensione di cui avevi bisogno.
È impossibile, per me, stabilire se questa infatuazione rimarrà un caso isolato, nella tua vita, o se ti stia aprendo la possibilità di amare anche persone del tuo stesso sesso. Solo il tempo lo dirà. L’avventuretta con il tuo amichetto, ai tempi delle scuole medie, conta davvero poco: moltissimi ragazzini passano attraverso esperienze di sesso fra coetanei senza per questo virare verso un’esclusiva preferenza di genere. Dici che ora sei più incuriosito dai ragazzi, anziché dalle ragazze, e anche questo è coerente con quello che stai provando adesso; nel contempo, però, la tua ex popola i tuoi pensieri e, forse, anche le tue paure. Per te, “ragazza” è ormai sinonimo di “insicurezza” e “sofferenza”. Il mio consiglio è di non idealizzare troppo il tuo sesso, demonizzando quello femminile, e di seguire con serenità la via che ti indicherà il tuo cuore. Può darsi che in futuro ti innamorerai sia di uomini che di donne, e non dovrà sembrarti strano: sceglierai il/la giusto/a partner a cui vorrai accompagnarti in precisi momenti della tua vita e poi, chissà, uno di questi potrebbe diventare il/la partner della vita…