Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

Caro Giuseppe,

si, certamente che qualcuno può aiutarla. La situazione che descrive di profonda solitudine non è detto che sia patologica ma certamente le arreca dolore e la impoverisce.

Credo che abbia necessità di avviare un proprio percorso psicologico con il supporto e l’aiuto continuativo di una persona che, a dispetto del suo vissuto di essere poco “in linea” con gli altri, la sappia comprendere, “vedere” e accogliere aiutandola a recuperare fiducia e voglia di amarsi.

Le consiglio di rivolgersi o ai centri di salute mentale della ASL oppure a specialisti privati che offrano servizi di psicoterapia. Con loro definirà meglio la natura del suo problema e l’approccio migliore. Sul nostro stesso forum vi sono collaboratori di Napoli.

Cordiali saluti

Federico Baranzini