Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

Buongiorno

la sua storia di perdite e separazioni spiega da sé i suoi sintomi: spesso che subisce eventi di questo tipo trova nel lavoro una fonte di certezze solide su sui appoggiarsi e cercare di costruire un futuro. Certamente l’astinenza da nicotina può aver contribuito a slatentizzare la sintomatologia ansiosa ma non credo a originarla ex novo: era già presente anche se sotto soglia.

Le consiglio di affidarsi appieno ai suoi curanti (i farmaci non sono la soluzione ma possono aiutarla a migliorare la situazione e la qualità di vita) soprattutto allo psicologo per cercare di affrontare i nuclei abbandonici e depressivi legati alle esperienze subite e ai suoi vissuti di precarietà e solitudine. L’attacco di panico presentifica l’esperienza del vuoto, della perdita di un appoggio, del terreno sotto i piedi.

Cordiali saluti

Federico Baranzini