Avatar photo

Cara 1989 buongiorno,

nella descrizione che ha fatto di sè mi colpiva il fatto di aver menzionato una serie di difetti caratteriali che la stanno devastando e che non le permettono mi è sembrato di capire, di essere serena e di vivere di più in armonia con sè stessa e con gli altri.

Io credo che più che di difetti caratteriali possiamo dire che potrebbero essere più delle modalità con le quali da qualche tempo a questa parte sta entrando in relazione prima di tutto con sè stessa e poi con gli è accanto.

Emerge da quello che scrive questa sensazione di inadeguatezza e forse mi sono immaginata, anche di ciò che è stato il vivere in maniera così emotivamente forte, la separazione dei suoi genitori che nella vita di chi ha vissuto una situazione di questo tipo rappresenta comunque una situazione di lutto che va in qualche modo elaborata nel tempo anche se magari sono passati degli anni.

Questo non vuol dire che tutto è riconducibile solo a ciò che è successo, ma a livello emotivo potrebbe aver comunque smosso alcune emozioni e lati psicologici che magari possono essersi nel tempo accentuati e quindi recarle a livello emotivo e psicologico una situazione di disagio.

E’ in un momento probabilmente anche di definizione di sè stessa, di cosa vuole e forse di come vorrà vivere la sua vita e questo rappresenta un passaggio importante che va considerato con attenzione e cura.

Credo che possa essere utile per lei prendere in considerazione l’idea di contattare uno specialista con il quale poter lavorare su questa dinamica relazionale e su questo momento che sta attraversando. Potrebbe rappresentare per lei un momento di crescita e di elaborazione che nel tempo le potrà permettere di prendere magari anche delle decisioni che contengano dei NO senza che questo possa intaccare il rapporto con la persona alla quale questo no è stato detto e trovare anche la giusta distanza, laddove avvengano sfoghi e confidenze forse non adeguate al contesto, su ciò che le viene detto e magari trovare una comunicazione diversa all’interno della sua famiglia.

E, sopratutto, poter prendere contatto con sè stessa, con il suo mondo e trovare piano piano la sua strada.

Un caro saluto e buona giornata.

Dott.ssa Emanuela Venanzoni.