Avatar photo

Cara V., su che cosa si basa la vostra relazione? Litigate spesso, avete interessi opposti e, da quello che scrive, lui la considera solo un aspetto della sua vita, e non certo il più importante. Lei, la sua compagna, viene dopo l’acquisto della moto, dei viaggi, ecc.. Quando discutete, lei è tenuta a cedere, probabilmente perché è più coinvolta, sentimentalmente, e desidera portare avanti questa relazione a tutti i costi. Si chieda, però, se ne vale davvero la pena. Si chieda se non vuole altro, o di più, da una storia con un uomo. Quello che sta vivendo adesso è quello che si augurerebbe di vivere ogni giorno della sua vita? Vorrebbe davvero convivere con lui, nonostante sappia, per sua stessa ammissione, che è impreparato a un passo di questo tipo? Se la risposta fosse , allora si riappacifichi con lui. Se invece fosse no, se volesse un rapporto rispettoso e paritario – cosa che ora, leggendo la sua lettera, sembrerebbe non avere – allora raccolga il coraggio e non ritorni indietro. Si chieda se non si merita qualcosa di meglio, dalla vita. Il suo ragazzo può essere favoloso, sotto alcuni aspetti, ma non sembrerebbe essere molto compatibile con lei, che è ormai una donna, e con le sue esigenze. E ha uno strano modo di amarla. Le piace davvero come la tratta?
Se si sentisse confusa, si rivolga a un professionista, anche solo per qualche seduta, per fare chiarezza in sé e nelle sue motivazioni.
Buona giornata,
Dr.ssa Federica Leva