Avatar photo

Gentile Lella, se le indagini hanno escluso una causa anatomica al suo problema, è davvero possibile che si tratti di uno stato ansioso/depresso ormai somatizzato. Concordo con il mio collega, chieda un parere anche al suo medico di base ed eventualmente procedete con ulteriori approfodimenti diagnostici. Se considerato utile, si rivolga a uno psicologo per capire l’origine del suo malessere e/o come supporto in questo momento delicato.
Buona giornata e ci tenga aggiornati!

Dr.ssa Federica Leva