Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

Cara Tiziana,

la contrazione addominale è un fatto normale se associato a stimoli esterni che ci condizionano sul piano emotivo (pensiamo per esempio ad uno spavento o al cinema quando stiamo guardando un thriller), ma se questo stato contrattivo si installa permanentemente o quasi anche in assenza di stimoli reali ed esterni allora si può parlare di sintomo.

Lei stessa ne spiega l’origine, lo stress della perdita del lavoro associata alla “regressione” rappresentata dal ritorno all’ovile. Se il fattola disturba realmente e non può più essere considerato passeggero, allora pensi a cosa fare.

Attività fisica, yoga, mindfulness, colloqui con uno psicologo per “dare voce” alla sua pancia che pare così risentirne…

Cordiali saluti

Federico Baranzini