Avatar photo

Cara Velvet,
mi spiace leggere che ci sono stati ulteriori disagi nella vostra relazione diciamo a causa di questa nuova intromissione da parte di sua suocera, però intanto credo sia comunque utile sottolineare due aspetti importanti e positivi, e cioè che sia lei che il suo futuro marito state comunque facendo fronte comune rispetto le eventuali scelte del matrimonio che devono rispettare i vostri desideri di coppia e non quelli di sua suocera, e che comunque ponendo una distanza ed un confine netto e chiaro si è arrivati ad una tregua “dall’invasione” che aveva precedentemente scritto.

Mi rendo conto che una persona di questo tipo, che probabilmente come ha detto lei non accetta di buon grado di perdere potere e di comprendere davvero che il suo figliolo sta effettivamente sempre di più prendendo la sua strada, non sia facile da gestire, ma nolenti o dolenti questo in qualche maniera va compreso se non come elemento di simpatia verso sua suocera, almeno come elemento emotivo che entra all’interno della vostra relazione e del modo di guardare quello che dice e che fa rispetto a lei e a suo marito.
E’ importante credo anche in questo frangente organizzativo che rimaniate uniti come coppia e come modalità di relazionarvi a lei e, rispetto le vostre scelte organizzative, sarebbe auspicabile che sia il suo compagno in maniera dolce, ma assertiva a far comprendere a sua madre che è quello che anche lui desidera e che lo rende felice e che in questo momento delicato non sarebbe possibile invitare persone troppo chiamiamole “esterne” alla famiglia d’origine.

In questa maniera si trasmetterebbe comunque l’aspetto della coppia nella comunicazione alla mamma, ma diciamo la sua non presenza, non la farebbe entrare in ulteriore dinamica di attrito con sua suocera e denoterebbe comunque rispetto per la loro relazione di madre e figlio, a volte fare diciamo un passo indietro denota intelligenza e capacità strategiche!

E’ vero non è semplice constatare ogni giorno o spesso che siamo oggetti di critiche velate e non, questo può minare la sua autostima ed a lungo andare farla entrare in giochi di potere, dai quali però le posso assicurare che a risentirne sarebbe sia lei come donna che la vostra coppia,purtroppo per quanto innamorati, gli uomini hanno una tendenza atavica a stare inconsciamente dalla parte di chi l’ha fatti nascere, protetti ed accuditi con tutti i loro difetti.

Per cui non mi viene da dirle di entrare volutamente in questa dinamica, potrebbe invece essere utile anche se difficile, rispettare i suoi sentimenti e le sue “simpatie” per altre situazioni o altri persone, e cercare di non cadere nella trappola terribile dei paragoni.

Per quanto la possa non far stare bene, e sembrarle a tratti ingiusto, sarà sempre meglio che alimentare la fiamma della gelosia e scatenando esplicite competizioni.

Può essere utile, comunque, assumere un atteggiamento tranquillo, di fare da paciere o, al massimo, provare se la cosa diventa insostenibile, di comunicarle sinceramente quanto alcuni dei suoi atteggiamenti la fanno star male. Lei probabilmente non li cambierà, o per lo meno non immediatamente, ma almeno potrà sentirsi un pò più leggera ed avrà gettato un modo nuovo e forse anche inatteso di comunicare con lei !.

Un caro saluto e a presto,

Dott.ssa Emanuela Venanzoni.