Avatar photo

Caro amico,
da quello che scrive è stato molto probabilmente un periodo in cui ha affrontato diverse situazioni come una separazione ed anche le attività scolastiche che nella vita possono rappresentare eventi con una forte carica stressante che talvolta può sfociare in manifestazioni ansiose come attacchi di panico o ansie notturne che non le permettono di dormire bene.

Come ha scritto anche lei nel tempo mi sembra di capire che si siano un pò attutite, ma che comunque continuano ad essere presenti e che non riesce a dormire se non in compagnia di sua madre, probabilmente è ancora presente una sensazione di ansia dovuta sia agli effetti della relazione interrotta, che tra l’altro ha sottolineato essere stata molto pesante, e sia per questi pensieri notturni che le impediscono di essere sereno e tranquillo, i quali immagino le prendano molta della sua attenzione.

Le avrei diciamo suggerito di aspettare magari del tempo e di notare se queste manifestazioni potessero avere un’ulteriore diminuzione, ma può essere comunque utile nel frattempo consultare uno specialista che può aiutarla a comprendere, gestire e magari elaborare sia i suoi pensieri, che anche questa separazione che potrebbero aver portato l’emergere di questo stato ansioso.

Un caro saluto,

Dott.ssa Emanuela Venanzoni