Avatar photo

Buongiorno!
Mi sembra che lei sappia cosa fare, ovvero lasciare il suo ragazzo, ma d’altro canto non osa farlo. Perché? Se è convinta che lui sia innamorato dell’altra e che rimanga con lei per convenienza, ha senso portare avanti una storia parallela? Lei cosa prova, per lui? Lo ama ancora e spera che possa ritornare indietro? O, in cuor suo è consapevole che il punto di non ritorno è stato varcato e che nulla potrà risistemare le cose, fra voi?
Come giustamente scrive, voler bene non è sinonimo di amare. Non stia – troppo – male per questa situazione, la analizzi razionalmente, come già sta facendo, e prenda la decisione più salutare per lei. È comprensibile che soffra, 15 anni di relazione non sono pochi, e non pensi neppure che siano stati tutti un fallimento. Avete vissuto una lunga storia, nel frattempo siete cresciuti e cambiati, e non è infrequente che la fine di un percorso così impegnativo sia segnato da una rottura. Prenda con sé il bello che lui le ha dato e guardi al suo futuro. Pensi al suo bene, e al suo soltanto. Non accetti compromessi che un giorno potrebbero smuoverle qualche rimpianto.
Se sentisse di averne bisogno, si appoggi a uno specialista per qualche seduta di sostegno.
Buona giornata!
Dr.ssa Federica Leva