Buona sera, ho letto tutto con molto dispiacere ho un rapporto simile pultroppo nei ultimi anni con mia sorella, le esperienze sono diverse. Ma le dinamiche molto simili, da quello che scrivi si capisce che tua sorella è molto immatura, è piena d’accidia ed essendo agiata non ha mai dovuto mettersi in discussione, relazionarsi per sopravvivere con i capi per esempio e capisco la tua preoccupazione per il suo domani un giorno tu avrai una famiglia a cui dare priorità e tua madre morirà, dopo di che lei cosa farà abbandonata a se stessa? Attuarerà le sue minacce?
Ti capisco… Sapere che è invidiosa non è di nessuna utilità come il darsi colpe… Educarla ora è tardi nel senso che non attechirebbe come quando lo si fa nella giusta età e comunque non è un tuo compito: sei la sorella non la madre e non sei dispetti e di soluzioni e gioie.
Vorrei legittimarti ad escluderla dalla tua vita, visto che ne avresti i pieni diritti.

Ma anche questo sostegno emotivo è palliativo e comunque il problema sul da farsi concretamente non posso dartelo sia per le poche informazioni sia perché non sono un medico della psiche a tua disposizione… posso nel mio piccolo mettere a disposizione la mia esperienza…