Federico Baranzini - Psichiatra Psicoanalista Milano

Caro Luca,

purtroppo sembra aver toccato con mano un aspetto che a 17 anni solitamente rimane anni luce lontano dall’esperienza queotidiana. Sembra aver realizzato cosa significhi perdere il controllo di sè e del proprio corpo. E quindi della certezza di un futuro rassicurante.

La diagnosi l’ha riportata lei stesso, ansia e attacchi di panico, ma la causa rimane ignota.

A volte, specialmente intorno ai 20 anni, gli attacchi di panico sono scatenati dall’uso di sostanze stupefacenti come la cannabis. Altre volte da fattori emotivi profondi con i quali il soggetto non intende venire in contatto perchè troppo sconvenienti o ingombranti o gravosi da sopportare. A cosa mi riferisco? A tutta qualla parte di lei che forse -ma io non la conosco e quindi non posso esserne certo ovviamente- rifugge l’idea di poter avere dei limiti, di poter aver bisogno di accudimento e rassicurazioni. In altri termini di poter contare su degli affetti sicuri e stabili. Questo lo potrà valutare lei… tra sé e sé.

Chieda ai suoi curanti cosa le propongono di fare, come pensano di aiutarla. E ci pensi su.

Cordiali saluti

Federico Baranzini