Avatar photo

Caro Salvatore, buonasera,

da quello che lei scrive si è verificato negli ultimi tempi il manifestarsi di un insieme di pensieri che in apparenza possono sembrare banali, come diceva, ma che a livello emotivo le stanno procurando ansia e paura.
Ed inoltre altri pensieri le hanno, in alcune situazioni, procurato un blocco rispetto ad attività semplici e naturali, come mangiare e dormire, dove si sono anche associati incubi significativi che traslati nella vita reale, quasi la “invitano” a doverli mettere in atto per non “impazzire”.

Posso dirle Salvatore, dalle poche informazioni che lei ha scritto che si stanno presentando delle modalità e dei pensieri forse di tipo ossessivo, anche se sarebbe utile poi andare a verificare, magari con l’aiuto di un esperto.

Le ossessioni sono dei pensieri, degli impulsi a carattere estremamente invasivo che possono a volte, non essere controllati dalla persona, poichè si presentano in maniera incontrollabile ed irrazionale, nella maggior parte dei casi iniziano in concomitanza con un evento critico, che può innescare un fatto, un’immagine ed una sensazione od un gesto che poi tende a ripetersi.
E questo può nella persona, paradossalmente aiutarla a tenere tante cose anche sotto controllo ed in qualche maniera nascosta, anche a proteggersi e a prendersi cura di sè per quanto possa sembrare che nel quotidiano non sia così, per il carattere invalidante che possono assumere queste modalità.

Ora come le dicevo, sarebbe utile comprendere da quanto tempo si sono verificati questi pensieri, che nel manifestarsi si associano ad un livello emotivo caratterizzato da ansia, paura e talvolta stati depressivi, e con quanta frequenza e come mai si sono iniziati a generare in questo particolare momento della sua vita.

Pertanto la invito, un pò a monitorare la situazione, e nel caso in cui non nota miglioramenti o un ridimensionamento dei pensieri, a contattare uno specialista che la possa accompagnare in un percorso di terapia.

Un caro saluto e buona giornata.

Dott.ssa Emanuela Venanzoni.