Ciao, se hai 22 anni io ti consiglierei, dato che hai detto che non volevi neanche farla l’università, di andartene via per conto tuo con amici o da qualche altro parente, perchè i genitori alle volte hanno la mentalità ancora indietro e pensano che quello che fanno loro è giusto e non esiste altro che la loro parola, in più se hai già maturato questo tuo interesse verso la scrittura non perderlo, non abbandonare, fai credereai tuoi genitori che tu non lo fai piu ma invece fallo continua a farlo ma ovviamente di nascosto, oppure come ti dicevo prima vai via da casa tua, prenditi la tua autonomia, le modalità sono molte..oppure fai l’erasmus già che sei all’università cosi almeno te ne vai per un annetto, e poi al massimo se trovi un buon lavoro te ne vai. Altrimenti comunque avrai fatto una bella esperienza che ti farà cambiare idea almeno su te stessa e ti farà aprire gli occhi.

Io ho una situazione molto simile alla tua, ma continuo a lottare ad andare avanti e vai giu di ipocrisia, perché lo so come ti senti, tutti pensano che i tuoi genitori o almeno tua madre sia gentile buona solare ecc.. perché questo è quello che dimostra lei, ma la realtà la conosci solo tu, e non si capisce nemmeno perchè faccia cosi, magari era la mentalità di molto tempo fa, di dover essere rudi e cattivi con i propri figli per fargli capire…. altre volte, e scusami per la parola, è solo ignoranza, ovvero i nostri genitori ignorano ciò che noi figli vorremmo per noi stessi, ci privano di molte cose che anche a loro furono private solo per non sentirsi inferiori credo…comunque io ho 21 anni mi chiamo Sara e vado anche io all’università. ciao buonafortuna