Avatar photo

Cara Laura,
ha spiegato al suo fidanzato per quale motivo ha rinnegato sua madre? Se è arrivata a considerarsi orfana, ci sarà pure un motivo, e immagino che sia serio. Il suo fidanzato lo conosce? Cerchi di fargli capire che non ha mentito per capriccio, ma spinta da un forte disagio personale. Oltretutto, avergli confessato la menzogna, dopo tre mesi, proprio perché spinta da un onesto desiderio di correttezza, le fa onore. Temo però che sia stato aver mentito sullo stesso fatto, coinvolgendo le amiche del calcetto, ad aver esasperato i suoi dubbi. Ma forse non è stato solo questo ad avergli fatto prendere la decisione di allontanarsi. Deve esserci qualcos’altro, nella vostra relazione, che non lo convinceva, e il ragazzo ha colto l’occasione, se così vogliamo dire, per rompere i rapporti con lei. Analizzando le tempistiche, colgo riferimenti troppo distanti, perché sussista una causa-effetto univoca, fra la menzogna e la fine della vostra storia. Mi corregga se sbaglio. Dopo tre mesi di relazione lei confessa la menzogna e lui la perdona. Trascorrono altri dodici mesi, lui scopre un’altra piccola bugia legata alla prima, e decide di lasciarla. È possibile che la questione con le amiche del calcetto sia stata così importante da aver sancito la fine di una storia importante? Sicura che non ci siano altre motivazioni, alla base della drastica decisione di lui? Ha accennato alla sua forte gelosia… Pensa di essere stata esasperante, durante la vostra relazione? O, ancora… non è possibile che lui abbia simpatia per qualcun’altra? O ci sono altri conflitti che, impilati l’uno sull’altro, lo hanno fatto propendere per la rottura?
Se pensa che il vostro rapporto possa trarre giovamento da una chiarificazione, incontratevi e parlate civilmente. Una storia importante non può finire al telefono. Se lui non la vuole incontrare, significa che si sente in imbarazzo, a guardarla in faccia. Perché?
Buona serata!