Avatar photo

Cara Mariposa, se il suo fidanzato è terrorizzato dall’idea di sposarsi, forse le conviene sorvolare sull’argomento o, se necessario, rassicurarlo sul fatto che neppure lei desidera sposarsi entro breve tempo. La convivenza è un assaggio del matrimonio e, se si troverà a suo agio, può darsi che un giorno sarà proprio lui a proporle di ufficializzare il vostro legame, con un pacs o un matrimonio. Ha solo ventisette anni, è ancora molto giovane! Gli lasci del tempo, non lo forzi. Al momento, le vostre esigenze coincidono e non ha senso discutere in prospettiva degli anni che verranno.
L’ attuale distrazione del suo compagno è probabilmente una forma di ribellione al senso di costrizione che sta vivendo. Se lui è insofferente ai legami, non escludo che sia già stato coraggioso ad accettare di convivere con lei. La convivenza fa paura a molti: si ha la sensazione di perdere i propri spazi, la propria libertà, anche solo la libertà di aggirarsi per la casa trascurati e a qualunque ora del giorno e della notte.
In ogni caso, se i comportamenti ambigui del suo compagno dovessero protrarsi, valuti di affrontare un confronto sereno con lui. Ha diritto di sapere se desidera proseguire la relazione con lei o se preferisce ritornare libero.
Buona serata!