Avatar photo

Buongiorno, innanzitutto bisogna ricordare sempre che non saranno mai gli altri a stabilire il valore di una persona, ma la sicurezza è la percezione del proprio valore vanno trovati dentro se stessi, purtroppo non è possibile cambiare gli altri, se la sua collega vorrà continuare a farle frecciate continuerà, è importante però che l’eventuale invidia della collega resti un problema solo della collega e non si ritorca come un boomerang su di Lei.
È curioso il fatto che entrambe vi accusiate reciprocamente di essere preferite dagli altri.
Anche Lei viene valorizzata dal Suo compagno, a quanto mi è dato di capire, ma, purtroppo, sembra anche di intuire che questa sua insicurezza stia incidendo un po’ negativamente anche sul rapporto tra partner.
Fossi in Lei mi concentreremo di più sull’evitare questo che sul riferire al compagno l’eventuale rapporto tra la collega ed il figlio di lui.
Ci si dovrebbe focalizzare su se stessi, concentrarsi sui propri obiettivi personali e professionali, invece di prestare attenzione alla vita altrui, che non possiamo ne abbiamo il diritto di cambiare, capisco voler mettere in guardia il proprio compagno, perché il figlio si sta mettendo con una persona secondo Lei poco affidabile, ma, detto una volta o due… poi sono tutti adulti…. se l’atteggiamento della sua collega la ferisce al punto da non riuscire più a rendere professionalmente, consiglierei una Psicoterapia, per lavorare sulla sua autostima, rinforzarla ed evitare il rischio di compromettere il rapporto con il compagno.
Distinti Saluti
Dr.Francesca Chiara Pellini