Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Dr.ssa Federica Leva Dr.ssa Federica Leva 5 anni, 7 mesi fa.

Vorrei che lui stesse sempre con me… e per sfuggirmi, mi inganna.

  • InnamorataDellAmore

    È un periodo che pur amando il mio moroso più della mia vita, non riesco ad essere felice del tutto, sono sempre in ansia, vorrei che stesse sempre con me e se esce (raramente) coi suoi amici mi innervosisco.
    Io ho associato tutto questo al fatto che mentre io gli faccio capire il mio amore, gli dico ciò che provo e tengo vivo il nostro amore, lui lo dà per scontato, non mi dice cose carine, anche se gli dico che ho bisogno di sentirmi speciale non fa quasi mai nulla, quando parliamo di queste cose sta in silenzio e si indispettisce, non mi dà quello che vorrei e se fa qualcosa dura poco, non capisce che dovrebbe essere più costante. Tutto questo credo che mi abbia portata ad essere terribilmente insicura, tutte le volte ho mille paranoie inutili come “sono innamorata di una persona che non mi ama” “se nonostante sappia cosa mi rende felice, non fa nulla, vuol dire che non sono poi così tanto importante per lui” “ah adesso se esce incontra una più bella di me e mi lascia” “adesso se esce trova una simpatica e che non gli rompe le scatole e mi molla” “adesso se esce con quel suo amico (che in amore è la persona più brutta e irrispettosa del pianeta) lo convince a mollarmi”.. il problema è che spesso lo assillo per stupidate, perché obiettivamente è assolutamente normale che ognuno esca con gli amici, ma pur rendendomi conto che non dovrei innervosirmi, la mia “persona2” è più forte di me e non riesco a stare calma..
    Lui fino ad adesso ha sempre pensato fossero cavolate, ma ieri gli ho spiegato che non sto bene e che pur rendendomi conto di star sbagliando, non riesco ad essere sicura e tranquilla e ad evitarlo..gli ho detto che sto provando a lavorare su me stessa, ma che ho bisogno di una mano sia da parte sua, sia probabilmente da parte di uno specialista, perché non so come saltarci fuori. Lui ha detto di aver capito (ma secondo me quando uno non vive certe cose fa fatica a capirle a fondo e per me ora qualsiasi passo falso è devastante perché mi ributta giù di 10 passi).
    Dopo avergli fatto questo discorso sono andata a fare un aperitivo con delle mie amiche e mi hanno detto di averlo visto venerdì in un pub (lui mi aveva detto che era andato a letto), nel post serata sono andata da lui, gli ho chiesto se era vero e dopo essersi arrampicato un po’ sugli specchi mi ha detto “si, vabbeh mi hai beccato, chissà mai cos’ho fatto, sono andato nel pub coi miei amici…”(non in tono pentito, anzi, sempre sulla difensiva come se quella che stava sbagliando ero io).. quello che non capisce è che io faccio fatica a fidarmi in generale e che se anche su queste piccole cose si sente di ingannarmi solo per evitare di litigare, non mi fiderò più per niente.
    Quindi in sostanza sono insicura, non so come fargli capire che ho bisogno di lui e l’importanza della situazione e riesco sempre meno a saltarci fuori anche perché dopo tante litigate lui è diventato più insensibile e io sto sempre peggio quando succedono queste cose. Non so come uscire da queste sabbie mobili.. io sono una persona solare, mi piace ridere, mi piace fare cose per dimostrargli quanto lo amo e quanto è importante per me..però sta assorbendo la mia luce senza darmene indietro e io mi sto spegnendo lentamente e non voglio..perchè questa non sono io e voglio tornare ad essere luminosa.
    Ho toccato il fondo (ho avuto attacchi di panico e sono arrivata a dirgli che mi sarei fatta del male pur di attirare la sua attenzione) quindi è ora di tornare a galla.. cosa devo fare?

    Risposta
    Dr.ssa Federica Leva

    Buonasera. In coppia bisogna aver fiducia l’uno dell’altra e lasciarsi spazi per coltivare interessi e amicizie esterne. Se uno dei due si sente in trappola, il rapporto si logora e rischia di naufragare. E’ oppurtuno che lei si chieda perché ha una necessità così pressante di avere sempre accanto il suo fidanzato, a tal punto di volersi far del male pur di attrarre la sua attenzione – come fanno i bambini per costringere gli adulti a occuparsi di loro. Un bisogno di accudimento così eccessivo sembrerebbe essere il sintomo una insicurezza significativa, insicurezza che danneggia, innanzi tutto, lei stessa. Dal momento che lo accenna, nel suo messaggio, le suggerisco di rivolgersi a uno specialista. Tratti il problema con lui (o lei), lo svisceri e impari a sentirsi serena e sicura senza la costante presenza del suo fidanzato – che è un fidanzato, non una mamma, né una balia. Ne trarranno giovamento la sua vita, in tutti gli ambiti, e anche la sua storia.
    Buona serata!

    Risposta
Rispondi a: Vorrei che lui stesse sempre con me… e per sfuggirmi, mi inganna.
Le tue informazioni:





<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">

Risposta